Image default
Gratitudine Ispirazioni

La generosità è gratitudine. La scelta di Diego dalla Palma

Generosità, consapevolezza e gratitudine. Il mio caffè di questa mattina è stato accompagnato da un misto di emozioni che hanno reso il mio inizio di giornata speciale. Tutto è cominciato dalla lettura di una notizia di quelle che riescono ad aprirti il cuore mentre stai facendo un atto semplice come bere un caffè. La notizia è quella di Diego dalla Palma, noto make up artist, che ha dichiarato con un post sulla sua pagina Facebook di voler vendere tutti i suoi immobili per donare una parte del ricavato a «strutture o iniziative che ospitano e accolgono orfani di ogni parte del mondo, madri con bimbi piccoli, vecchi senza speranza o malati e profughi che fuggono da guerre, pestilenze e carestie». Un atto di generosità, è vero. Ma non solo. C’è qualcosa in più.

Questa notizia mi ha fatto scattare qualcosa dentro.

Avete presente quando percepite che davanti a voi avete un messaggio che va ben oltre le apparenze?

«Ha rimesso tutto al suo posto» è stata la prima cosa che ho pensato leggendo il post di Diego dalla Palma. E’ come se fosse stato messo ordine tra le cose e fosse stato dato il giusto valore a ogni cosa. Un equilibrio che si è ricomposto come un atto di magia.

«Guardo, spesso, l’unico programma televisivo che mi fa ancora sognare e che migliora la mia esistenza: GEO. E’ da tempo che questa trasmissione ha messo in moto una specie di trasformazione interiore personale e illuminato dei miei pensieri. Coinvolto dalla poesia di alcuni filmati, dal misticismo di certi luoghi, dalla gioiosa povertà di vari popoli, dalla profondità di qualche argomento trattato, ho riflettuto a lungo e mi sono posto una domanda: CHE SENSO HA AVUTO E AVRA’ IL MIO PASSAGGIO SULLA TERRA?
Eccola, la risposta: SE CONTINUO A PERCORRERE IL CAMMINO ATTUALE, NESSUNO »

Consapevolezza. Di questo si tratta.

Ho immaginato l’uomo Diego in viaggio verso un suo percorso interiore profondo in cui ha compreso quello che è stata per lui l’intera esistenza. Un lavoro importante e impegnativo. Di quelli che sono capaci di rivoltarti l’anima per poi arrivare a una serenità che sembrava impossibile. Eppure esiste. Anche di fronte a un tema come la morte.

Diego della Palma rassicura di essere in salute sia fisica che psicologica. Di non essere in un momento di tristezza o depressione ma di essere semplicemente e spiritualmente arrivato a un momento di profonda consapevolezza. Da questo nasce il suo atto di generosità verso il mondo. Perché? Lo spiega con delle parole che toccano il cuore.

«Quindi, di fronte all’ottusità di chi vive di sfarzi, di giornate effimere, di retorica, di superficialità e di egoismo mentre si consuma costantemente il dramma di gente disperata, quello di bambini rapiti, massacrati e privati dei sogni, HO PRESO UNA DECISIONE: VENDO TUTTI I MIEI IMMOBILI (di un paio solo la nuda proprietà, poiché devo abitarvi per una decina di anni circa). Parte del ricavato (prevedo di donare un milione o un milione e mezzo di euro) desidero vada devoluta a strutture o iniziative che ospitano e accolgono orfani di ogni parte del mondo, madri con bimbi piccoli, vecchi senza speranza o malati e profughi che fuggono da guerre, pestilenze e carestie. Al fine di migliorare, per quello che posso, un mondo fatto di ignoranza, violenza e dolore. Un luogo che l’essere umano, usando in modo dissennato e scriteriato la civilizzazione e l’emancipazione, ha reso stupido»

Mi ha commosso e mi commuove scrivere questo post. Perché questa è la vera essenza della gratitudine. Tutto ciò che Diego dalla Palma ha conquistato nella sua vita con impegno, dedizione, passione e superando ostacoli e difficoltà, oggi è pronto per essere donato a chi ne ha più bisogno.

Sono molto grata a Diego dalla Palma, perché con il suo post mi ha aperto il cuore. Mi ha aiutato a comprendere il valore della consapevolezza e della gratitudine più autentiche. Mi ha anche insegnato che il momento giusto per donare agli altri è ora. Quando hai tutto, quando hai anche il cuore e la mente aperta, quando sei consapevole di ciò che hai ricevuto, quando sei pronto a liberarti di quello che potrebbe aiutare chi è in difficoltà.

« PERCHE’ LO FACCIO? Perché, invecchiando, ho scoperto (come diceva il grande Mario Rigoni Stern) che non so niente e non sono niente. E che sono solo di passaggio. Che sono qui per una breve, interessante e travagliata vacanza che sta finendo. Inoltre, perché è GIUSTO che qualcuno riceva una vita migliore da un gesto che, per me, è DOVEROSO».

Questo per me è stato un messaggio di grande ispirazione. La mia giornata ha un sapore diverso e mi ha auguro anche la vostra. Se volete leggere l’intero post vi invio ad andare sulla pagina Facebook di Diego dalla Palma. Mentre lo leggete vi dico che a scrivere è un uomo di 65 anni.

Lasciate che le sue parole entrino dentro di voi. Accoglietele e qualcosa succederà. Le cose non appariranno più nello stesso modo.