Image default
Gratitudine

Diario della gratitudine: ecco come si fa

Il diario della gratitudine è una vera svolta nella propria vita. Aiuta a renderci più forti, ad acquisire più consapevolezza di ciò che abbiamo, ci rende ricchi e gioiosi. Il suo straordinario potere ne fa uno strumento ideale nei momenti di difficoltà e nelle grandi sfide della vita. Se dovessimo definire il segreto di questo strumento, direi che si tratta del cambiamento di punto di vista.

Prima di raccontarti come tenere un diario della gratitudine, vorrei riassumerti brevemente il perché la gratitudine viene considerata un’alleata molto affidabile della nostra felicità. Non so tu, ma io sono cresciuta convinta di essere una persona grata perché i “grazie” non sono mai mancati nella mia vita. In realtà ho scoperto che la vera gratitudine va ben al di là del ringraziamento che esprimiamo quando riceviamo qualcosa in dono o quando qualcuno fa qualcosa per noi. Certo che si tratta di grazie da dire a gran voce anche questi, ma la gratitudine che apre le porte alla nostra felicità è ancora più potente. Si tratta di un sentimento che proviene dal nostro profondo e che porta una grande consapevolezza.

Gli studi scientifici.

Dei ricercatori della Hofstra University di Hempstead, New York, hanno condotto un’indagine su alcuni studenti. A un primo gruppo, è stato chiesto di tenere un diario della gratitudine per un certo periodo di tempo. L’idea era di scrivere, ogni giorno, ciò per cui essere grati. A un secondo gruppo, invece, è stato chiesto di scrivere eventi spiacevoli o eventi che non avessero avuto alcun impatto emotivo sulla loro vita. Al termine dell’indagine, si è notato che il gruppo concentrato sulla gratitudine ha ottenuto migliori risultati a scuola e ha generato una vita sociale più attiva, positiva e gioiosa.
Un altro studio, condotto invece su un gruppo di adulti, ha evidenziato che le persone impegnate nella scrittura quotidiana di un diario della gratitudine hanno visto diminuire il numero di visite mediche e aumentare l’attività fisica.
Il risultato di questi studi dimostra ampiamente che il diario della gratitudine, inteso come allenamento alla felicità vero e proprio, è un modo per acquisire fiducia nella vita e nelle proprie possibilità. Scrivere quello per cui si è grati aiuta a focalizzare l’attenzione sul bello e, soprattutto, ad acquisire consapevolezza di ciò che nella vita abbiamo raggiunto con le nostre forze e di ciò che ci è stato donato. La gratitudine, attraverso questa pratica, si sviluppa notevolmente e si radica dentro di noi.

Come compilare il tuo diario

Ora che ne abbiamo visto l’efficacia anche sulla base di studi scientifici, passiamo alla pratica. Voglio condividere con te pochi semplici passi per iniziare da subito a tenere il tuo diario della gratitudine.

  1. Prenditi un momento nella tua giornata: al mattino o alla sera. Io amo scrivere sul mio diario prima di andare a dormire perché mi aiuta a rilassare la mente e mettere il focus su quello che nella mia giornata ha funzionato.
  2. Prenditi 10 minuti tutti per te. Un respiro profondo, concentrazione e apertura totale della tua mente.
  3. Ripercorri la tua giornata e identifica 3 o 5 eventi, situazioni, oggetti, persone per cui provare gratitudine.
  4. Scrivi sul tuo diario la data e poi i tuoi motivi di gratitudine spiegando anche un “perché” per ognuno. In questo modo si rafforza il potere.
  5. Rileggili e metti via il diario per goderti la giornata o un buon sonno.

Come ho raccontato nel mio libro Dire, Fare…Ringraziare, per me il momento ideale è la sera. Il mio diario è sul comodino e lo scrivo mentre sono nel letto e nel silenzio delle prime ore della notte.
È un momento di cui sono molto gelosa. Sono quei dieci minuti che mi accompagnano al relax delle ore di riposo notturno. Faccio tre respiri profondi e poi scrivo le cinque cose per cui sono grata. Sono, spesso, cose molto semplici: relazioni, incontri, parole e gesti. Cosa scrivere nel tuo diario dipende unicamente dai tuoi momenti di quotidianità. Quando chiudo il diario e mi sdraio, sono felice. Percepisco la forza della mia vita meravigliosa e mi addormento con un forte sentimento di gratitudine che mi accompagna fino al mattino.
Ogni tanto mi piace anche rileggerlo. Sfoglio il diario e lo apro a caso.
È un viaggio straordinario nella bellezza del passato. A volte leggo di ciò che ancora ho, altre volte di ciò che ho migliorato, ciò che ho desiderato e poi ottenuto.

Il diario della gratitudine in un video

Ancora una cosa prima di lasciarti al video in cui ti do qualche indicazione in più. Ricordati di inserire anche, anzi soprattutto, le cose semplici della tua quotidianità. Quelle che solitamente diamo per scontate: l’acqua della doccia calda, il sole sul viso al mattino presto, la voce di tuo figlio, un sorriso di tua moglie o di tuo marito. Guardati intorno e godi della tua gratitudine.

E ora guarda il video e condividilo con quante più persone. Diffondiamo il potere della gratitudine che ha un valore inestimabile. Basta poco davvero. Basta fermarsi e riguardare il film della giornata.

Senza dimenticare, mai, di dedicare un pensiero a te: cosa hai realizzato di buono? Come hai affrontato una situazione difficile? Cosa sei riuscito a non dire evitando il disastro?

La gratitudine per sé stessi non deve mai mancare nel diario.

19 comments

Silvia 6 Gennaio 2015 at 11:22 PM

Ho cominciato il 2015 con il diario della gratitudine. Grazie Assunta!

Reply
assunta 11 Gennaio 2015 at 3:44 PM

Grande Silvia… grazie a te e buona gratitudine ☺

Reply
gloria 10 Gennaio 2015 at 11:28 PM

Io lo faccio da decenni perchè imparare a dire grazie è una delle prime cose che ho imparato dalla mia mamma. La sera quando andavo a dormire e lei diceva con me le preghiere, prima di addormentarmi mi faceva dire le cose successe nella giornata e per le quali volevo ringraziare Dio. Ho imparato così, a poco a poco a saper dire grazie anche per quelle meno belle, gradevoli, anche per le difficoltà e gli ostacoli perchè lei mi ha fatto capire con semplicità e tanto buon senso che ogni problema poteva diventare un’opportunità, una risorsa da spendere positivamente. Questo mi è tanto servito nella vita e continua a servirmi.
Adesso non lo faccio più per iscritto tutte le sere, ma ogni sera, prima di addormentarmi chiudo la mia giornata ripercorrendola mentalmente e ringraziando Dio per quanto mi ha donato di vivere. E non ho ancora finito d’imparare.

Reply
assunta 11 Gennaio 2015 at 3:42 PM

wow gloria, la tua mamma ti ha insegnato un’abitudine molto speciale. È davvero molto bello, devi essere grata a lei ma anche a te stessa per aver accolto questo dono. Anche io lo sto insegnando alla mia bambina di 4 anni e mi commuovo ogni sera quando lo facciamo. La gratitudine ha davvero un potere incredibile!

Reply
disillusa 2 Novembre 2015 at 7:32 PM

Beata te! A me non riesce ma il mio grazie é forzato nn é autentico ho una vita difficile fatta di rimpianti rimorsi malattie fallimenti e solitudine…come e dove vedere il positivo? Scusate ma é la mia realtà!

Reply
assunta 3 Novembre 2015 at 9:07 AM

Non scusarti cara. Non ce n’è bisogno. Ognuno di noi ha la sua realtà, le sue difficoltà e le sue sfide che la vita propone. A volte può apparire davvero difficile vedere il lato positivo delle cose ma c’è sempre. Anche nei momenti di affanno se ci fermiamo a pensare e ascoltiamo il nostro cuore ci accorgiamo che il solo fatto di essere al mondo è una cosa bella. Avere un tetto sopra la testa, acqua da bere e cibo ogni giorno. Sono proprio le cose che diamo per scontate quelle che possono aiutarci a vedere tutto con altri occhi. Prova mia cara…osserva la tua vita da un altro punto di vista.
Ti abbraccio forte

Reply
Simona 11 Gennaio 2015 at 9:20 AM

Sto cominciando anch’io, lo faccio mentalmente da qualche anno quasi tutte le sere, ma vederle scritte e’ ancora più forte, considerando che spesso si possono rileggere. Grazie del suggerimento!

Reply
assunta 11 Gennaio 2015 at 3:43 PM

Hai ragione Simona, scrivere dona vita ai pensieri. Io ogni tanto amo tornare indietro e leggere le pagine del mio diario….è un viaggio straordinario

Reply
Olga 27 Gennaio 2015 at 3:32 PM

Ciao sicuramente scriverò sul mio quaderno ogni giorno…. Che ne ho di motivi x essere grata alla vita

Reply
Laura Gipponi 5 Giugno 2015 at 8:36 AM

Buongiorno Assunta, il diario della gratitudine è uno degli strumenti più piacevoli da utilizzare; io non solo lo utilizzo la sera prima di addormentarmi, ma ne ho anche un formato tascabile che mi porto sempre appresso per scrivere in ogni momento della giornata, ogni volta che ne ho l’occasione, i miei piccoli e grandi momenti di gratitudine. E’ fantastico.

Reply
assunta 7 Giugno 2015 at 2:22 PM

Ottima idea quella del diario tascabile Laura. Grazie del suggerimento. In effetti è ottimo per non farsi sfuggire nessun attimo della giornata.

Reply
Portale Bambini 9 Gennaio 2016 at 7:19 PM

Buongiorno Assunta; una bellissima idea, ma soprattutto un piccolo passo avanti nella ricerca della felicità.
Nel nostro mondo frenetico spesso ci dimentichiamo di meravigliarci delle piccole cose, di ringraziare, di essere grati alla vita e agli altri. Questa è una delle prime cause infelicità al mondo!
Io mi occupo di educazione e lavoro coi bambini, proprio in questi giorni sto discutendo di EDUCAZIONE ALLA FELICITA’, la materia dimenticata da tutti gli insegnanti.
Oggi, con mio grande piacere, ho proposto ai miei lettori il tuo articolo:
http://www.portalebambini.it/dolcefuturo-2-educazione-alla-felicita/

Un saluto e buon lavoro,
Matteo

Reply
assunta 9 Gennaio 2016 at 9:35 PM

Grazie Matteo, per la condivisione dell’articolo ma soprattutto per ciò che fai con I bambini.
Ho dato un occhio al tuo blog…complimenti davvero.
buon lavoro a te.

Reply
Teresa Montesarchio 19 Febbraio 2016 at 3:24 PM

Grande Assunta! Io suggerisco questo metodo anche nella pratica clinica con i miei pazienti e devo dire che è miracoloso davvero. Con i bambini, poi, risulta particolarmente efficace. Mi complimento con te per il modo in cui hai esposto il tutto 🙂 E già che ci sono, sebbene siamo solo a metà giornata, elenco qui almeno tre cose per le quali sono grata oggi:

1) Le temperature si stanno facendo più miti (almeno qui a Napoli)
2) La telefonata inaspettata del mio compagno che ha condiviso una sua gioia con me
3) La pasta con la zucca: gnammy :p

Reply
assunta 19 Febbraio 2016 at 4:53 PM

Che bello Teresa! Grazie per questa tua testimonianza importante.
E che meravigliosa giornata la tua…il potere della gratitudine!
Nel mio diario, questa sera, scriverò il tuo messaggio!
GRAZIE!

Reply
Renyg 14 Novembre 2016 at 12:31 AM

Sto provando…funziona davvero…provate…grazie grazie mille volte grazie

Reply
Cinzia 31 Dicembre 2016 at 9:03 AM

Essere grati è fondamentale per se è per chi ci vive accanto

Reply
Luisa 4 Febbraio 2017 at 10:57 PM

È una cosa che faccio da un mesetto circa, scrivo una nota sul cellulare prima di andare a dormire… e da quando lo faccio sto molto molto meglio. Mi si è aperto un mondo! Incredibile quanto sia bello provare gratitudine per le cose anche più stupide che diamo spesso per scontate, avere cibo in abbondanza, acqua corrente, un tetto sulla testa, vestiti da indossare, essersi svegliati in salute! Ed è stupendo vedere che sono tante le cose per cui essere grati! Talmente tante che ci metto tantossimo tempo a scriverle! È più sei grato e più ti capitano cose belle!

Reply
Anonimo 4 Aprile 2017 at 10:59 PM

5

Reply

Lascia un commento