Non ho mai usato le to-do list. Non mi sono mai appartenute, o almeno credevo cosi. Poi ho cominciato a sentirne parlare in ogni dove e ho iniziato a incuriosirmi. Ho letto diversi libri e mi sono fatta un’idea. Quindi ho abbandonato tutto e sono tornata alla mia confusione mentale che credevo mi portasse dritto verso i miei obiettivi. Lo credevo, appunto. Fino a che mi sono resa conto che dalla mente le cose da fare sfuggivano e che il non avere qualcosa di scritto rendeva tutto più effimero. Già, è questo il punto.

Fare una To-Do List non è solo un modo per organizzare la propria vita ma ci consente di fare le cose che sono inserite nell’elenco. Sembra una banalità, questa, ma non è cosi.
Provate a immaginare quando andate a fare la spesa. Non so voi, ma io -quando non ho scritto ciò che devo prendere – entro con l’idea di acquistare due cose ed esco dal negozio con tutt’altro. Se ho la mia lista della spesa, invece, allora tutto cambia. Esco dal negozio con tutto ciò che serve. Si ok, anche qualcosa in più. Ma quello di cui avevo bisogno è nei sacchetti.

Dopo aver scoperto il potere delle liste mi sono resa conto che nulla mi sfugge più. Io non ho mai vinto il premio per la persona più ordinata e organizzata, e ancora sono lontana da questo, ma molte cose sono cambiate. Progetto molto di più. Ho un quaderno delle idee e uno dei progetti. Scrivo ogni cosa che mi viene in mente perché mi sono accorta che spesso le idee arrivano e sfuggono con una velocità incredibile. Non illudetevi di poterle trattenere quando sarete a casa o quando avrete di che scrivere. Agite prima.

Vale per le idee e vale per le cose da fare. Le liste sono un invito all’azione. Non pensate di poterle scrivere e poi dimenticare. Scegliete un quaderno delle liste e cominciate: la lista delle persone da chiamare, la lista dei tweet da fare se siete social addicted o lo fate per lavoro, la lista delle idee di business, la lista dei piani, la lista dei post da scrivere per il vostro blog, la lista della spesa (certamente), la lista dei desideri, la lista di qualunque cosa vogliate rendere reale.
Potete usare un quaderno – io lo preferisco perchè amo scrivere – ma anche i grandi strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione. Io spesso uso anche Evernote (Su Apple Store e GooglePlay) per scrivere idee e Todoist (Disponibile in Apple Store e GooglePlay) per fare delle vere e proprie liste. Quest’ultima applicazione per smartphone è fantastica perché non ti perde mai di vista e ti “presenta il conto” delle tue cose da fare con delle notifiche. E’ un vero alleato della concretezza.

Se le idee vi arrivano mentre siete in macchina o non potete scrivere, registrate un audio vocale sul vostro telefono e non appena possibile trascrivete l’idea stessa. Le migliori intuizioni nascono quando meno ce lo aspettiamo e nei momenti più improbabili. Io ho un’amica che genera idee mentre è sotto la doccia. A me vengono spesso quando guido. Non perdiamo l’attimo.

Quando lavoro a un progetto ampio, ho preso l’abitudine di fare una lista dei singoli step. Partendo dal presupposto che si comincia con un piccolo passo, la mia lista include tutti i piccoli passi che mi portano verso l’obiettivo. Con Todoist è possibile pianificare anche la data.

Ultimo consiglio che voglio darvi, e che utilizzano persone di successo come Richard Branson o Jim Rohn, è di scrivere una lista delle cose che vorreste realizzare nel breve, medio e lungo periodo. Spingetevi anche a 10 anni da oggi. E’ un modo per avere chiari i piani della nostra vita. Le liste, poi, possono essere rilette ed eventualmente corrette in corsa.

Affidate i vostri piani a una lista e li vedrete concretizzarsi.