• assunta@assuntacorbo.com

Archivio dei tag felicità

Paddy Jones, ballerina a 83 anni, e la sua idea di felicità

Qualche tempo fa ho letto di una infermiera americana che si è trovata spesso ad accompagnare le persone al termine del proprio viaggio terreno. Raccontava di come il momento in cui termina la nostra vita sia quello in cui ci poniamo delle domande esistenziali importanti. Ho vissuto e amato abbastanza? Ho avuto cura della mia vita? Ho raggiunto la mia felicità? A questo mi ha fatto pensare la storia di Paddy Jones, la donna 83enne ballerina che abbiamo visto sul palco del Festival di Sanremo.

Scopo, atteggiamento e azione: una nostra responsabilità personale

Che cosa significa avere una propria responsabilità? E, soprattutto, cosa succede quando viviamo con responsabilità e fiducia in noi stessi? Personalmente credo che che quando viviamo assumendoci la nostra responsabilità la vita inizia a sbocciare davvero. È come se più magia entrasse nella nostra vita. Diventiamo persone consapevoli della propria verità.

Curiosità: un beneficio per la nostra evoluzione

Mi è capitato spesso di riflettere su cosa sia la curiosità. È una caratteristica appartenente solo ad alcuni oppure fa parte del nostro essere umani? Si allena la curiosità? Si può diventare curiosi in un particolare momento della nostra vita? Ho ascoltato più volte persone dire “sono curioso di natura” o altre affermare “non sono affatto curioso”.

Mantenere viva la passione anche quando…

A fine anno solitamente si fanno bilanci e oggi, che comincia l’ultimo mese di questo 2017, desidero condividere con voi pensieri e ispirazioni che mi hanno aiutata a mantenere viva la passione anche nei momenti critici. Perché sentirsi affaticati dal nostro stesso sogno non deve essere considerata una normalità. Il sogno – per quanto importante e sfidante – non ci affatica, il sogno ci rivitalizza. Se percepiamo la fatica allora ci sono altre dinamiche che intercorrono. La mancanza di fiducia, per esempio, o la paura di non farcela o la certezza che solo alcuni riescono a realizzare ciò che desiderano.

Quando mi hanno detto “credici”

Me lo ricordo ancora quel giorno. E’ ben chiaro nella mia mente. Mi trovavo in una libreria dove ancora oggi amo andare per acquistare i miei libri. Mi piace lo spazio, la cura, il personale. E’ un ambiente familiare per me che sa sempre donarmi belle suggestioni. Quel giorno vi sono entrata come mille altre volte cercando un libro che mi era stato consigliato. Ma è successo qualcosa di diverso. E’ successo che quel giorno prendesse vita una grande opportunità per me. Non lo sapevo allora ma avrei incontrato la parte di me che sceglieva di crederci. Crederci davvero.

Scegliamo di tornare al cuore: è li che troviamo le risposte

Siamo cosi convinti di dover trovare la felicità altrove che perdiamo di vista un dono preziosissimo che abbiamo dentro di noi: il nostro cuore. E’ li che dobbiamo tornare:  al centro della nostra anima. In quel luogo profondo dove possiamo trovare le risposte, il conforto, l’illuminazione e la leggerezza. Tornare al cuore è un passo importante da compiere per raggiungere uno stato di benessere immediato.

Tenere un diario personale: l’abitudine efficace

Scrivere. Dobbiamo tornare a scrivere. Abbiamo perso l’abitudine della scrittura a mano e questa è una mancanza per la nostra mente, le nostre emozioni e la nostra qualità della vita. Va bene tenere l’agenda sullo smartphone o prendere appunti sull’app Notes, ma inseriamo tra le nostre abitudini quotidiane dei momenti di scrittura a mano. Tenere un diario è quella più semplice, pratica ed efficace. Lo dicono anche grandi nomi del passato.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: