Image default
Giornalismo Costruttivo

Giornalismo: tra stereotipi e pregiudizi.

Siamo figli degli stereotipi. Ci facciamo un’idea sulla base delle nostre percezioni e ne restiamo ancorati. È così che nascono i pregiudizi. Ed è sempre così che si alimentano rabbia, paura e polemica distruttiva.
È chiaro che i media hanno un ruolo fondamentale in questo scenario: conoscono bene la strada che conduce al livello emotivo dei lettori. Scelgono di percorrerla nel momento stesso in cui decidono quali storie raccontare, quali titoli utilizzare e quali dettagli enfatizzare.

Ma in ogni crisi relazionale che si rispetti le responsabilità sono condivise: al giornalista la bramosia di generare attenzione senza badare alla qualità e al peso delle parole, al lettore la scelta di cadere nello stereotipo pur di trovare conferma al proprio pensare.

Non possiamo isolarci ed evitare il flusso di informazioni. E non dovremmo farlo davvero. Però è necessario trovare il modo per tamponare gli effetti dei messaggi diffusi dai media: per noi e per le nuove generazioni.

Cominciamo a riconoscere gli stereotipi quando li incontriamo : minoranze etniche, pregiudizi evidenti, categorie sociali di cui vengono enfatizzati elementi negativi. Proviamo a resistere alla tentazione di alimentarli. Esistono studi che confermano quanto sia importante sfidare gli stereotipi per abbattere i pregiudizi che appartengono agli esseri umani di questo tempo.
Insegnare ai ragazzi a leggere il giornale significa anche aiutarli a riconoscere gli stereotipi spiegando loro che non sono la verità assoluta e invitandoli a esplorare proprio quegli ambiti con la curiosità di chi vuole conoscere invece di avere semplicemente ragione.

Forse si, è diventato impegnativo anche leggere le notizie. Ma alimentare sempre e solo il nostro punto di vista non ci rende persone migliori, ci limita. Occorre esporci con coraggio e umiltà anche ai pareri opposti, alle provocazioni. Una direzione univoca non è mai stata una direzione costruttiva.

Questo cercare nuove visioni ha l’aria di essere una grande opportunità.

Lascia un commento