freeeeeeIn questo periodo di solito ci si sente abbastanza stanchi e pronti alle vacanze estive. Non si ha tanta voglia di impegnarsi in un cambiamento vero e proprio. Il classico “a settembre prendo in mano la mia vita” è in agguato. Vi lancio una sfida: anche se siamo a fine luglio proviamo a cambiare ora e facciamolo partendo dalle piccole cose quotidiane. Il nostro obiettivo deve essere quello di tornare a sorridere alla vita che ci appartiene.

Le nostre giornate sono fatte di abitudini. A volte non avete l’impressione di innescare il pilota automatico e di non avere potere sulle vostre azioni? Se la risposta è si allora dovete cambiare rotta. Siate voi i protagonisti. Non vi chiedo di mettere mano ai grandi aspetti della vita – almeno non per adesso – ma di cominciare da piccoli cambiamenti. Per una settimana provate a imporvi di cambiare cinque cose al giorno. O meglio, fate cinque cose nuove ogni giorno.

Sono troppe? Niente affatto. Non sto parlando di cose incredibili ma di cose tipo andare a letto a un orario diverso, lavarsi i denti con l’altra mano, imparare tre nuove parole di una lingua straniera, leggere tre pagine di un libro prima di addormentarsi se non lo avete mai fatto o cucinare se di solito lo fa il partner. Cosi semplici ma fondamentali per tornare a essere consapevoli della vostra vita. Usciamo dai binari, diventiamo padroni del nostro tempo e delle nostre attività quotidiane.

Fare le cose perché è routine è come spegnere il cervello. Vedrete che dopo qualche giorno sarete motivati a cercare cose nuove da fare o da cambiare. Vi sentirete più liberi. Provate e poi , se vi va, raccontatemi come è andata.