sking
Qualcuno dei miei amici ha già cominciato a godere di weekend in montagna e meravigliose sciate ad alta quota. Altri si stanno organizzando la settimana bianca tradizionale, c’è chi poi pensa a un capodanno sulle piste da scii e chi si sta attrezzando per lo snowboard. Sono periodi, questi, in cui la voglia di neve e di adrenalina in pista la fa da padrona. Io amo la neve ma non scio. Mi piace però andare in montagna in inverno e godermi le atmosfere e i silenzi ovattati che caratterizzano lo scenario innevato. Sciare? Ci ho provato un paio di volte ma non mi ha conquistata abbastanza. Eppure, secondo alcuni ricercatori della Yonsei University in Corea del Sud sciare rende felici.

Lo studio, pubblicato da Applied Research in Quality of Life, ribadisce proprio questo concetto: sciare mette di buonumore. Scivolare sulla neve sembra essere uno dei veri piaceri della vita. E’ quanto risulta da questo studio condotto coinvolgendo sciatori e snowboarder di importanti ski resort.

Ora, lo sport in sè ha sempre un effetto positivo sull’umore. Qualcuno più di altri, sicuramente. Lo scii sembra essere il migliore da questo punto di vista: sarà la magia della neve, l’adrenalina, la sensazione di libertà che si prova in pista, la possibilità di sentire l’aria sul viso. A ognuno la sua motivazione ma il risultato è lo stesso: si è più felici e si aumenta il grado di salute e di benessere.

Chi scia, inoltre, sembra pronto a tutto per di organizzare una discesa dalla montagna. E in effetti, se ci pensate, gli sciatori sono disposti a levatacce incredibili e a code interminabili nei periodi di alta stagione. Insomma, ci vuole una vera passione per essere sciatori.