La situazione è un po’ questa: state per partire in vacanza e dovete cercare qualcuno di affidabile che possa prendersi cura del vostro animale di casa. Colui che si aggira per i locali dandovi tanto amore che vuole solo essere ricambiato. Non è una scelta facile, vero? Perché serve qualcuno di serio, amorevole, paziente, accomodante. Il passaparola è quello che funziona meglio in questi casi. Ma perché non applicarlo ampliandosi alla rete? Iscrivendosi a Petme.it, per esempio.

Quella per gli animali è una vera passione che coinvolge la metà della popolazione italiana. Il 41,7% ha un pet friend in casa, il 30% ne ha due e il 13% addirittura tre. Questi dati non mi stupiscono affatto. Viviamo in un momento storico in cui è vera petmania. Ecco perché era necessario il lancio di un sito come Petme.it. L’idea è quella di un marketplace dedicato al pet-sitting per ogni specie e tipologia di animali. Si, anche quelli esotici se siete tra coloro che si svegliano con le frasi simpatiche di un pappagallo o avete un geko che si aggira per il giardino.

Ma chi ha avuto questa splendida idea? Due mie amici, anche un po’ vostri per la verità. Sono Carlo Crudele e Alice Cimini. Si, ricordate bene, sono le menti vulcaniche che hanno messo al mondo anche Twoorty. Dovete sapere che loro amano mettersi in gioco e, soprattutto, sono l’emblema degli amanti degli animali. Non possono stare senza.

Petme Venendo al sodo. Petme funziona come un social network fortemente focalizzato. Ci si iscrive gratuitamente e si compila una scheda con tutte le informazioni necessarie relative ai propri animali. E intendo proprio tutte: razza, età, eventuali patologie, carattere, tipo di alimentazione e ogni altra informazione che sia ritenuta utile alla selezione del pet-sitter ideale. Questi ultimi hanno una scheda dedicata in cui inserire il proprio curriculum con esperienze, certificazioni, competenze, foto e video. Grazie a un calendario potranno anche inserire i periodi di disponibilità.

Il processo di ricerca e selezione avviene attraverso alcuni filtri di geolocalizzazione, competenze, rating e prezzo. Ovviamente la community di Petme.it fa da garante dei servizi prestati e ogni pet-sitter viene prontamente recensito dagli utenti che condividono cosi la propria esperienza. Più sono bravi più acquistano visibilità e, di conseguenza, più opportunità. Il pagamento avviene tramite paypal o carta di credito.

Altro plus a favore di questo nuovo progetto – è online da ieri – è l’assistenza veterinaria gratuita durante il periodo dell’affidamento.

Che dire di più? Cani, gatti, pesci, criceti, conigli, pappagalli, serpenti, iguana e tutti i loro amici sono al sicuro!

Sei appassionato di Social Network? Scopri le altre news qui.

Ci sono anche buone notizie per le start up, se ti interessa scoprire opportunità e idee geniali.