TeenagersGli adolescenti del prossimo futuro? Saranno rispettosi, attenti agli sprechi e pronti a condividere. Questo emerge da un servizio pubblicato su Focus in edicola in questi giorni che riprende i dati dell’ultima indagine Eurispes. Se oggi ci troviamo a lamentarci degli adolescenti poco attenti, viziati e un po’ pigri in fatto di lavoro, presto non sarà cosi.

La generazione Wiki ci stupirà. I ragazzi nati nel 2000, infatti, sapranno utilizzare la rete con più consapevolezza, ameranno sperimentare professioni nuove, useranno sempre meno i manuali ma cercheranno informazioni condivise sulla rete. I 3 milioni e 700 mila teenager che vivranno in Italia entro il 2020 saranno più preparati ma più artigiani rispetto ai loro coetanei di oggi. I tempi cambiano, questo è normale. Se oggi il pc e i social media vengono visti dai genitori come un pericolo, presto saranno alleati e elementi di uso quotidiano accettati con consapevolezza.

Credo che sia un cambiamento fisiologico. Noi stiamo vivendo oggi l’avvento delle tecnologie con una sete determinata dalla novità. Dobbiamo a tutti i costi avere, condividere, essere presenti. Per gli adolescenti del prossimo futuro tutto questo sarà vita quotidiana. Saranno quindi più attenti a sfruttare i mezzi a disposizione per documentarsi, conoscere e crescere. Tra l’altro, secondo lo studio, saranno anche più attenti all’ambiente e sensibili alla sostenibilità. Saranno adolescenti migliori e avranno imparato da coloro che vivono un’era di passaggio come la nostra.