Image default
Ispirazioni

Non sono i tuoi molteplici impegni quotidiani a stancarti

La nostra esistenza è un susseguirsi di scene: passiamo dal letto appena svegli alla colazione, dall’auto per raggiungere i nostri luoghi alle ore al lavoro, dal rientro a casa al momento in cui torniamo a letto. Tra questi macro eventi se ne alternano altri che influiscono in modo importante sull’andamento delle nostre giornate. Capita di sentirsi stanchi e provati per i molteplici impegni che riempiono minuti e ore. Ma sono davvero gli impegni a stancarci?

Brendon Burchard, uno dei coach di crescita personale più seguiti al mondo, ha una teoria molto interessante a questo proposito. Dopo aver studiato per anni i comportamenti delle persone di successo – che ha raccontato nel suo libro “Le abitudini per l’alta prestazione” – Burchard ha notato che a stancarci non sono gli impegni, appunto, ma le transizioni.

«La gente perde ogni giorno una quantità impressionante di concentrazione, volontà ed energia emotiva perché non è in grado di gestire a dovere le transizioni. Inoltre, durante il giorno non beneficia dei vantaggi derivanti da una maggiore resistenza fisica e mentale».

Le transizioni sono i momenti di passaggio tra un impegno e l’altro, tra una scena e l’altra della nostra quotidianità. Questi momenti, a cui spesso diamo poco valore correndo da una parte all’altra, sono estremamente importanti «un potente scampolo di libertà tra un’attività e l’altra», le definisce Burchard.

Prova a pensare a tutte le transizioni che affronti durante la tua giornata e a quante volte porti l’energia negativa di un’attività in un’altra o trascini la tua stanchezza da una scena all’altra della tua giornata.

Brendon ha ideato una tecnica che può diventare una sana abitudine per tutti. Al momento di passare da un’attività ad un’altra prova a:

  • Chiudere gli occhi per un paio di minuti.
  • Ripercorrere le sensazioni dell’attività che si è conclusa ripetendo mentalmente la parola “rilascia”. Invita il tuo corpo a distendere i muscoli del collo, del volto, delle spalle. Elimina la tensione.
  • Quando inizi a sentirti più leggero, passa alla fase successiva della tecnica: stabilisci un’intenzione. Pensa a ciò che vuoi provare nell’attività successiva, come vuoi condurre la prossima conversazione o gestire il prossimo evento.

Ho personalmente introdotto questa tra le mie abitudini e la applico ogni volta che devo entrare in una nuova attività senza portarmi il carico della precedente: quando devo scrivere una mail importante, prima di un incontro di lavoro, quando dopo una giornata di corsa rientro a casa dalla mia famiglia, quando spengo il pc e devo iniziare a preparare la cena, quando so di doverci essere per una persona cara.

Si tratta di una tecnica semplicissima che può davvero trasformare le giornate più affollate. Ti invito a provarla da subito.

Lascia un commento