nelson-mandela1

E’ stato un grande uomo. Anzi, è un grande uomo. Perchè anime come la sua non ci lasciano mai. A Nelson Mandela la storia deve molto, la civiltà deve molto, noi dobbiamo moltissimo. Ci ha insegnato la tenacia, il coraggio, la forza, l’accettazione e il perdono. Lui che non ha mai rimpianto un passo della sua vita, lui che è stato paladino della libertà intellettuale e della speranza.

Madiba, l’uomo che dopo 27 anni a Robben Island ha affermato: “Provare risentimento è come bere tutti i giorni veleno, sperando che uccida il tuo nemico”. Da lui dobbiamo prendere molti insegnamenti. Sicuramente dobbiamo imparare a perdonare: cosa che purtroppo viene difficile ai più ma che è quanto di più sano si possa fare.

Da lui dobbiamo imparare a credere in quello che amiamo. “Se potessi ricominciare da capo, farei esattamente lo stesso. E così farebbe ogni uomo che ha l’ambizione di definirsi tale” ha detto l’anima che ha rinunciato alla libertà condizionata. La stessa anima che ha sempre spinto al coraggio e al superamento della paura quando affermava “Ho imparato che il coraggio non è l’assenza di paura, ma il trionfo su di essa. Coraggioso non è chi non prova paura, ma colui che vince questa paura”.

Nelson Mandela, colui che ha sempre intimato a credere, a rialzarsi dopo la sconfitta, ad andare avanti senza smettere di lottare, a non arrendersi mai: “un vincitore è solo un sognatore che non si è arreso” affermava. Perchè i sogni sono tra le cose più belle che abbiamo. E quando diventano realtà ci rafforzano e ci danno il coraggio per affrontarne di sempre nuovi.

A lui dobbiamo molto. Soprattutto a non farci fermare dall’idea di impossibilità. Perchè tutto “sembra sempre impossibile, finché non viene fatto”. Teniamolo bene in mente. Pensiamo all’uomo, alle sue lotte, al suo coraggio e poi applichiamolo alla nostra vita quotidiana.

Grazie Madiba.