Categoria: ispirati

Paolo Longoni, da giornalista a chef. Perchè la cosa importante è reinventarsi

Il giornalismo naviga in cattive acque. Anche i non addetti ai lavori lo hanno capito. Io faccio parte della categoria e purtroppo non faccio che sentire commenti scoraggianti, voci di colleghi – anche di un certo calibro – abbattute dalla situazione attuale. Tra questi c’è anche Paolo Longoni che ho conosciuto ormai diversi anni fa e del quale ho sempre avuto grande stima. Non ci siamo mai visti molto ma è una di quelle persone che quando le conosci non le dimentichi. Paolo è elegante, educato, preparato, serio e professionale. Ma da una settimana Paolo è anche disoccupato: licenziato dall’ANSA dopo 35 anni di carriera giornalistica. Il momento storico non è dei migliori, riciclarsi vien difficile a un giovane, figuriamoci a un uomo che non ha più trent’anni. Ma che si fa in questi casi? Si prende il coraggio a quattro mani e si scrive un messaggio ai propri amici su Facebook raccontando una realtà che personalmente non conoscevo. Oltre a fare il giornalista, in tutti questi anni Paolo ha sempre avuto la passione per la cucina. “Come il buon marinaio che sente la tempesta avvicinarsi, nel frattempo mi sono organizzato” si legge nel messaggio che anche io ho ricevuto. Sostenuto l’esame di maturità all’Istituto superiore alberghiero e ottenuto il diploma di Tecnico della Ristorazione, Paolo si è trasformato in uno “chef patentato”. In attesa della tempesta ha iniziato...

Read More

In Mississippi una bambina guarisce dall’Hiv. É la prima al mondo

Queste sono notizie che scaldano il cuore: in Mississippi una bambina è guarita dall’Aids. E’ il primo caso al mondo e non potevo certo non parlarne. Quando ci sono queste notizie ricche di speranza e di energia positiva bisogna fare in modo che facciano il giro del web e del mondo reale. Insomma, parliamone e diffondiamo. La piccola ha contratto il virus Hiv nel corso della gravidanza. Appena nata i medici, guidati dalla dott.ssa Hannah Gay, le hanno somministrato subito tre differenti farmaci antiretrovirali. L’equipe ha dato il via a una procedura diversa da quella solitamente impiegata che prevede la somministrazione di una limitata quantità di antiretrovirali per 4 o 6 settimane nel bambino nato da madre sieropositiva. Questo quanto stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La strategia “violenta” dei medici del Mississippi si è rivelata vincente. La piccola oggi ha due anni e mezzo e risulta ancora negativa ai test dell’Hiv. Questo significa che se questa cura potrebbe salvare migliaia di bambini al mondo. Pensate solo a quante vite salvate in Africa dove il virus è diffuso a livelli incredibili. Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

Start up: nel Regno Unito terreno fertile per donne manager

Donne manager nelle start up. Sembra essere questa la tendenza. Personalmente posso confermare: sono molte le aziende di nuova generazione che vantano manager o titolari al femminile. Un cambiamento importante che fa pensare cosi come i numeri. In Gran Bretagna, per esempio, le donne manager sono aumentate del 24% contro il 15% dei manager uomo. Sul blog JobTalk del Sole 24 ore firmato da Rosanna Santonocito, si legge che una ricerca realizzata da Experian, una società multinazionale di servizi informatici di Dublino ha rilevato un incoremento di 240mila donne manager tra il 2007 e il 2012. I settori che coinvolgono di più le menti femminili sono cura della persona, formazione, sevizi creativi e attività a carattere sociale. Nel Regno Unito la crescita esponenziale è davvero interessante: un terzo delle 1,4 milioni di aziende nate tra il 2007 e il 2012 ha almeno una donna manager, cosi come il 50 per cento delle aziende con 3-10 dipendenti. Per quanto riguarda le organizzazioni di oltre 250 addetti si conta almeno una presenza femminile in cariche decisionali. Dati confortanti che sarebbe bello paragonare con la situazione italiana. La mia percezione personale è che qualcosa stia cambiando anche nel Bel Paese. Prometto che indagherò… Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

Per ottenere successo “lasciate che le cose accadano”. Lo diceva anche Steve Jobs

Non è certo un caso che oggi mi sia imbattuta in numerosi articoli e post che raccontano il rapporto di Steve Jobs con il buddismo. In questo periodo di grandi riflessioni sulla vita e sul futuro professionale si mettono in moto domande che cercano risposte. Quel gran genio di Jobs aveva trovato la sua strada anche grazie al buddismo. Ed è proprio da lui che ho avuto l’ispirazione su una regola fondamentale per ottenere successo. Steve Jobs fece un viaggio in India e tutto cambiò. Il buddismo vanta tra i suoi principi base il concetto del “lasciare che le...

Read More

Storie di successo: raccontantemi la vostra

Nel mondo esistono tante storie, tante persone, tante vite. Storie di momenti difficili ma anche storie di amore e successo. Mi piacerebbe raccontare le esperienze di chi dopo un momento difficile è riuscito a trovare la forza di alzarsi ed è arrivato al successo. Ho un progetto ambizioso per questo e quindi vorrei tanto sapere la vostra storia. A volte ci facciamo prendere dalle difficoltà della vita e l’umore va subito giù. Ma non sempre ci rendiamo conto che i nostri problemi sono nulla rispetto a quello che vivono molte altre persone nel mondo. O se sono problemi grandi non ci accorgiamo subito di poter reagire. Abbiamo le carte per farlo e per cogliere ogni aspetto positivo che la vita ci offre. Io ho imparato una cosa nella mia vita: anche i momenti difficili hanno un lato positivo. Se vi state separando vi state anche aprendo a una nuova vita; se avete perso il lavoro avete più tempo per dedicarvi a un progetto a cui tenete e che non avete mai avuto il coraggio di affrontare. Gli esempi potrebbero essere molti ma credo che nessun esempio possa essere più importante delle storie raccontate dai protagonisti. Quindi, sono qui… pronta a leggervi. Potete scrivermi alla mia mail assunta@assuntacorbo.com. Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

GREAT-ATTITUDE

“Dire, Fare…Ringraziare”

Iscriviti alla newsletter per ricevere gratis l’e-book “52 Ispirazioni del Lunedì”

Il Book Club della Piumarossa

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: