Categoria: ispirati

“La luna questa sera è tutta per te”, dice lui alla sua amata

“Ti regalerei la Luna”, dice l’amante all’amata. Lei guarda il cielo, osserva quella meravigliosa palla luminosa e sogna di poterci vivere per una vita. Insieme a lui, certamente. Questo è amore. Queste sono promesse meravigliose che – indipendentemente da come andrà il futuro – emozionano il presente. Se siete tra le fortunate che hanno vissuto questi momenti e a cui sono state fatte dichiarazioni d’amore di questo genere, beh, siatene consapevoli e portatele nel cuore. Comunque sia andata e comunque vada. Sono sicura che lo farà anche Saydi Rodriguez. Una ragazza a cui è stata dedicata la luna. Per una sera, per una proposta di vita insieme, per una magia che si chiama Amore. Un uomo che dedica alla sua amata la luna non può che essere un dono della vita. E’ accaduto davvero. E non in senso metaforico. David Osario, astronomo canadese membro della Royal Canadian Astronomical Society, ha trovato un modo molto romantico e originale per chiedere alla sua fidanzata di sposarlo. Complice il gestore del Dunlap Observatory situato a nord di Toronto, l’uomo ha proiettato sulla luna piena, utilizzando un telescopio, la fatidica domanda: “mi vuoi sposare?”. Lei, come in favola, ha detto si…guardando il cielo che quella sera era tutto suo. Un grande amore di certo, il desiderio di stupire, la forza e la consapevolezza di sapere che niente è impossibile. Sapere che una notte...

Read More

Compio 40 anni e ne sono felice

Oggi compio 40 anni! Già…un numero importante ma, credetemi, non mi spaventa nemmeno un po’. Voglio dire, ok il tempo è passato, sono “diventata grande” ma ho un marito e una figlia che mi rendono felice, un lavoro che mi appassiona e tanti progetti che mi frullano per la testa. Quindi, perché dovrei essere spaventata, triste o demoralizzata? Io non ci trovo nessun motivo. E se poi aggiungo che una recente indagine di CougarItalia.com ha anche evidenziato che a 40 anni le donne raggiungono il massimo della seduzione, beh…c’è solo da sorridere. A 40 anni si fanno bilanci. Cosi mi dicono. In realtà io i bilanci ho imparato a farli ogni sera quando dedico gli ultimi attimi prima del sonno a ripercorrere i momenti felici della mia giornata e ad accettare quelli brutti con consapevolezza e certezza di non farli accadere di nuovo. Non ho mai temuto l’avanzare della mia età anagrafica. Mi dicono che non dimostro 40 anni e in effetti io non me li sento nemmeno. Con la mia amica Viviana – che più volte cito e ringrazio per l’esistenza di questo blog – spesso ridiamo perché vedendo delle ragazze o dei ragazzi in giro o per lavoro ci diciamo “avrà la nostra età”. Peccato che poi puntualmente scopriamo che la loro età è 28-30-32 anni… Viviana ne ha due in meno in me ma nemmeno lei...

Read More

86.400, un numero speciale da tenere a mente per vivere bene

La storia che sto per raccontarvi la trovate nel web ripresa da più parti. Ve la ripropongo perchè mi è capitata proprio l’altro giorno a portata di mouse. Protagonista è il numero 86.400. Capirete presto perchè di questo numero – i più sgamati e calcolatori lo avranno già capito sicuramente – e capirete anche la morale di una storia che amo perchè restituisce il valore dei nostri impegni quotidiani e, quindi, della nostra felicità. Bene, ora immaginate che esista una banca che ogni mattina vi accredita 86.400 euro sul vostro conto. A lei non interessa il saldo giornaliero perchè ogni notte cancella qualunque cifra rimasta sul conto e la mattina dopo riaccredita la medesima cifra. Ora immaginate che cosa fareste in questo caso. Forse il primo giorno userete solo una parte del denaro, ma appena compreso il meccanismo di certo farete in modo di consumare ogni giorno l’intera somma di 86.400 euro. Tanto il giorno dopo avrete nuovamente quei soldi. Utopia? Niente affatto. Ognuno di noi è cliente di questa banca e ognuno di noi ogni giorno possiede un valore di 86.400 unità. Solo che non sono soldi ma tempo. Il preziosissimo tempo a cui a volte non diamo valore per nulla. Ebbene, noi ogni giorno abbiamo un credito di 86.400 secondi da utilizzare al meglio per potersi godere ogni attimo. Ogni notte, poi, questo conto viene azzerato. Non...

Read More

Happier: il social network dei momenti felici

La felicità corre sui social network. Lo diciamo sempre: le notizie positive postate su Facebook e Twitter vengono lette con più interesse, condivise e arricchite da numerosi like. Molti sono anche gli studi che evidenziano come tutti noi siamo più felici di condividere cose belle, esperienze, vacanze, momenti di serenità che non attimi di vita complicata. Quindi, che fanno gli americani che sono sempre super avanti? Inventano il social network della felicità. Si chiama Happier ed è nato lo scorso febbraio a Boston. La mente creativa che si cela dietro questo nuovo social media è una donna: Nataly Kogan. A lei si deve questa grande genialità. Una piazza in cui condividere con gli altri utenti solo i momenti felici della propria vita. Commenti, fotografie e video generano unicamente sorrisi e momenti di grande serenità. Bandita la tristezza, si apre la porta alla felicità. I moderatori del social sono molto severi in questo: i post devono raccontare solo e unicamente momenti felici. Siano essi piccoli o grandi. La felicità non ha nessuna dimensione. E questa filosofia positiva ha consentito al social network di raccogliere oltre cento mila persone che hanno postato oltre un milione di momenti belli della propria vita. Ma chi utilizza Happier? Donne di età compresa tra 18 e 35 anni. Sono loro il motore di questo nuovo social media che ha come obiettivo quello di infondere la...

Read More

Si cambia partendo dalle piccole cose

In questo periodo di solito ci si sente abbastanza stanchi e pronti alle vacanze estive. Non si ha tanta voglia di impegnarsi in un cambiamento vero e proprio. Il classico “a settembre prendo in mano la mia vita” è in agguato. Vi lancio una sfida: anche se siamo a fine luglio proviamo a cambiare ora e facciamolo partendo dalle piccole cose quotidiane. Il nostro obiettivo deve essere quello di tornare a sorridere alla vita che ci appartiene. Le nostre giornate sono fatte di abitudini. A volte non avete l’impressione di innescare il pilota automatico e di non avere potere sulle vostre azioni? Se la risposta è si allora dovete cambiare rotta. Siate voi i protagonisti. Non vi chiedo di mettere mano ai grandi aspetti della vita – almeno non per adesso – ma di cominciare da piccoli cambiamenti. Per una settimana provate a imporvi di cambiare cinque cose al giorno. O meglio, fate cinque cose nuove ogni giorno. Sono troppe? Niente affatto. Non sto parlando di cose incredibili ma di cose tipo andare a letto a un orario diverso, lavarsi i denti con l’altra mano, imparare tre nuove parole di una lingua straniera, leggere tre pagine di un libro prima di addormentarsi se non lo avete mai fatto o cucinare se di solito lo fa il partner. Cosi semplici ma fondamentali per tornare a essere consapevoli della vostra vita....

Read More

GRATITUDINE

“Dire, Fare…Ringraziare”

Iscriviti alla newsletter per ricevere gratis l’e-book “52 Ispirazioni del Lunedì”

Il Book Club della Piumarossa

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: