• assunta@assuntacorbo.com

ispirati

Licenziarsi con il sorriso? Marina Shifrin lo fa ballando, sul web.

marina

Un senso di liberazione: questo traspare dal video che Marina Shifrin ha pubblicato su Youtube raccogliendo oltre 4 milioni di visualizzazioni al momento in cui scrivo. La rete offre ancora una volta lo spazio a chi vuole urlare un messaggio: e questa volta è una originale lettera di dimissioni. Marina, americana che lavora (lavorava, a questo punto) a Taipei per il noto canale Next Media Animation (Nma Tv), si è licenziata ballando sulle note di Gone di Kanye West. Ha scelto il video, quello tanto caro al suo capo, la musica e soprattutto il ballo. Il motivo? Non viveva più.

Condividiamo, si ma offline!

friendsSocial network, tecnologia, applicazioni, software che facilitano la vita: santi tutti! Io credo nella condivisione a tutti i livelli. Uso qualunque strumento a disposizione e mi aggiorno sempre su quel che arriva di nuovo. Obiettivo: condividere con i miei amici di sempre, virtuali, nuovi, possibili, professionali, ludici…tutti! Direi che la mia dichiarazione d’amore all’era social è ben chiara. Ma io ero social anche prima dell’arrivo di Facebook & Co. Ho sempre amato stare ore al telefono quando i cellulari non c’erano, scrivere lettere a mano quando le mail non venivano utilizzate, buttar giù pensieri su un bigliettino per i componenti della mia famiglia, i fidanzati e le amiche, uscire di casa per andare a citofonare a un’amica. E, sapete, queste cose – tutte – le faccio ancora. Continuo ad avere bisogno della condivisione vis à vis. Non ci rinuncio e non mi pongo nemmeno il problema di farlo.

PaxPress: quando mantenere vivi i ricordi fa bene

paxpressIl passato non si può cambiare, inutile piangerci sopra. Questo quel che leggete spesso in questo blog e sui siti del pensiero positivo. Ma il passato, badate bene, si può – anzi si deve – ricordare in tutta la sua meraviglia. La vita è il presente che poi diventa passato. Quello negativo deve essere lasciato andare ma quello positivo che ci ha reso felici, ci ha fatto crescere e regalato sorrisi ed emozioni, ecco quello dobbiamo preservarlo. Questa è la mission che si cela dietro a un progetto che a me piace molto: PaxPress.

“La luna questa sera è tutta per te”, dice lui alla sua amata

hand-reach-moon“Ti regalerei la Luna”, dice l’amante all’amata. Lei guarda il cielo, osserva quella meravigliosa palla luminosa e sogna di poterci vivere per una vita. Insieme a lui, certamente. Questo è amore. Queste sono promesse meravigliose che – indipendentemente da come andrà il futuro – emozionano il presente. Se siete tra le fortunate che hanno vissuto questi momenti e a cui sono state fatte dichiarazioni d’amore di questo genere, beh, siatene consapevoli e portatele nel cuore. Comunque sia andata e comunque vada. Sono sicura che lo farà anche Saydi Rodriguez. Una ragazza a cui è stata dedicata la luna. Per una sera, per una proposta di vita insieme, per una magia che si chiama Amore.

Compio 40 anni e ne sono felice

Fabulous 40 2
Oggi compio 40 anni! Già…un numero importante ma, credetemi, non mi spaventa nemmeno un po’. Voglio dire, ok il tempo è passato, sono “diventata grande” ma ho un marito e una figlia che mi rendono felice, un lavoro che mi appassiona e tanti progetti che mi frullano per la testa. Quindi, perché dovrei essere spaventata, triste o demoralizzata? Io non ci trovo nessun motivo. E se poi aggiungo che una recente indagine di CougarItalia.com ha anche evidenziato che a 40 anni le donne raggiungono il massimo della seduzione, beh…c’è solo da sorridere.

86.400, un numero speciale da tenere a mente per vivere bene

timeLa storia che sto per raccontarvi la trovate nel web ripresa da più parti. Ve la ripropongo perchè mi è capitata proprio l’altro giorno a portata di mouse. Protagonista è il numero 86.400. Capirete presto perchè di questo numero – i più sgamati e calcolatori lo avranno già capito sicuramente – e capirete anche la morale di una storia che amo perchè restituisce il valore dei nostri impegni quotidiani e, quindi, della nostra felicità.

Happier: il social network dei momenti felici

happier
La felicità corre sui social network. Lo diciamo sempre: le notizie positive postate su Facebook e Twitter vengono lette con più interesse, condivise e arricchite da numerosi like. Molti sono anche gli studi che evidenziano come tutti noi siamo più felici di condividere cose belle, esperienze, vacanze, momenti di serenità che non attimi di vita complicata. Quindi, che fanno gli americani che sono sempre super avanti? Inventano il social network della felicità. Si chiama Happier ed è nato lo scorso febbraio a Boston.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: