• assunta@assuntacorbo.com

ispirati

Stefano Guerrera, il ragazzo che fa parlare i quadri su Facebook

Io lo facevo. A scuola facevo parlare i quadri o li travestivo da personaggi insoliti: baffi alla Gioconda, occhiali all’Urlo di Munch. Insomma. Io queste cose le facevo. E sicuramente anche voi che state leggendo. Ok, ma perché a noi non ci è venuta l’idea di Stefano Guerrera? Perché lui ha avuto coraggio, ironia, umiltà e ha attirato a sé una serie di situazioni favorevoli. Ve l’ho già detto che il successo non è di chi ha l’idea ma di chi la mette in pratica. O no? Stefano lo ha fatto “per gioco”, dice lui, senza rendersi conto che proprio il non prendersi sul serio ha decretato il successo della sua pagina Facebook Se i quadri potessero parlare. E ora? Ora si fanno le t-shirt!

Elio Fiorucci, intervista. « Le carte per emergere sono i valori della propria personalità»

Style: "Neutral"

Per me Elio Fiorucci è sempre stato un’icona di stile. Ho indossato le sue magliette, i suoi jeans e anche qualche paio di scarpe. Ho sempre pensato a lui come a una persona che vive a colori. La forza dei suoi brand si è fatta sentire in tutto il mondo e ha conquistato anche Andy Warhol, il re della Pop Art – che ha scelto la vetrina del suo negozio newyorchese per il lancio della rivista Interview – e Keith Haring, il pittore americano che dipinse una parete del negozio milanese Fiorucci negli anni Ottanta. Un giorno mi son detta “lo intervisto per il mio blog”. Ed è successo che, per una serie di incastri, quel giorno sia arrivato.

Bircle, itinerari turistici per disabili

bircle

La forza vibrante di Expo2015 è ormai nota. Se ne parla da molti anni, si guarda a questo evento come a un’opportunità per dare un nuovo volto all’Italia intera, un’occasione per attirare nel Bel Paese – e in Lombardia in primis – milioni di visitatori. Dal mio punto di vista è soprattutto l’evento perfetto per dare modo ai creativi italiani di farsi notare e di dare vita a start up innovative.

Francesca Premoli: il coraggio di rimettersi in gioco. Con il sorriso!

Francesca Premoli è vincente, sapete perchè? Ha avuto la capacità di rimettersi in gioco dopo aver perso il lavoro, ha aperto una legatoria – Rilegato a Mano – in uno dei borghi più belli d’Italia, cerca sempre un buon motivo per sorridere, è motivata dalla sua passione e dal talento che custodisce nelle sue mani. Le storie come la sua hanno molto da insegnare, anche quando tutto sembra andare storto. Leggete con cura…e prendete nota.

Bob Carey in tutu

Tutù Project: ironia e tanto amore. La lotta contro il cancro di Bob e Linda Carey (foto)

Bob Carey in tutu

L’amore è l’unico sentimento in grado di sostenere, dare coraggio, far sorridere e commuovere. Anche quando di mezzo c’è il cancro. La storia di Bob Carey è tra le più belle che io abbia mai sentito. Lui è un fotografo. Sua moglie Linda ha il cancro al seno. Per aiutarla a reagire e trovare lui stesso la forza di un sorriso ha messo in piedi il Tutù Project basato sull’ironia e sulla sua professionalità.

Ces2014: in mostra anche il genio italiano

ces2014

Gli italiani al Ces2014 di Las Vegas c’erano. Dieci espositori per la precisione. Niente a che vedere con i numeri degli altri paesi europei ma comunque una presenza. Alcuni di loro hanno attirato l’attenzione dei media e dei visitatori per le proprie idee innovative e futuribili. In cinque hanno sicuramente attirato la mia perchè sono tutti ragazzi giovani, brillanti, consapevoli del proprio talento e disposti a crederci.

Cadere per rialzarsi più forti di prima. Il senso dello spot delle Olimpiadi Invernali 2014 (foto e video)

spot-olimpiadi-invernali-p&g-hug
Anche la pubblicità sa stupire e inviare messaggi positivi. E quando accade la rete si infiamma, i social brulicano di condivisioni e noi non si può che fermare tutto e guardare uno spot realizzato con amore. In queste ore a dominare la scena è lo spot che P&G ha creato in occasione delle Olimpiadi invernali di Sochi in Russia. Il messaggio è chiaro: si cade ma grazie al supporto della mamma ci si rialza più forti di prima. Cosi i campioni olimpici hanno condotto il proprio percorso fino al successo.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: