• assunta@assuntacorbo.com

ispirati

Più gioia nella vita e l’ordinario diventa straordinario

La gioia, che emozione straordinaria. E’ capace di modificare l’energia delle nostre giornate. Connettersi alla gioia amplifica la bellezza della vita. Questo è un dato di fatto ed è stato ormai più volte evidenziato dalla scienza: vivere con gioia conviene. Lo hanno compreso anche alcune aziende che hanno puntato a questa emozione per delle campagne dedicate al nostro essere umani. Tra queste anche Diadora.

Plasmon ascolta le mamme e toglie l’olio di palma

I biscotti Plasmon sono stati la mia passione. Ne ho mangiati tanti da piccola e poi ancora quando è arrivata mia sorella Stefania. Mia mamma li comprava per lei e io non sapevo resistere. Poi anche Stefania è diventata grande ma abbiamo continuato – da adolescenti – a mangiare i Plasmon. Fino a un’età interessante. Quando è nata Giulia ho ricominciato ad acquistarli e mangiarli con lei. Poi è stata sollevata la questione dell’olio di palma e tutto il mio amore per i Plasmon è crollato. A fatica, lo confesso. Sono a mio avviso i migliori biscotti di sempre.

La felicità nasce dall’attenzione ai dettagli del quotidiano

Assaporare i piccoli momenti della vita. Quante volte ce lo siamo sentiti dire? Questo sembra essere il vero e unico segreto per attivare la felicità. Nell’essere presenti nel qui e ora, in effetti, si innescano emozioni felici, gratitudine, serenità, consapevolezza e gioia. L’istante presente non può che essere positivo. Per questo motivo l’attenzione ai dettagli del quotidiano è un allenamento da mettere subito in atto.

Gratitudine

Diario della gratitudine: 3 buoni motivi per farne un’abitudine

In questi giorni sto studiando molto il tema della gratitudine. Quotidianamente mi prendo qualche ora per leggere libri di psicologi e studiosi americani che su questo tema hanno davvero scritto tanto. Questo studio mi porta a fare continue riflessioni su questo tema che ha cambiato la mia vita letteralmente. Ok, sembra tutto molto semplice e superficiale pensare alla gratitudine. Le nostre nonne ci hanno insegnato a non dare nulla per scontato. Ma è davvero solo questo? Sto scoprendo, in realtà, che gratitudine è molto, ma molto, di più. Ora vi spiego, sulla base delle mie ultime letture, i 3 motivi per cui vale la pena fare del diario della gratitudine una buona abitudine.

stefano caccavari

Stefano Caccavari: un sognatore appassionato non lo ferma nessuno

Ho conosciuto Stefano Caccavari in occasione del Dreamers Day dello scorso ottobre. Abbiamo condiviso il palco in qualità di sognatori concreti. Di lui mi ha colpito l’energia e la passione. “Forse la mia storia ti può piacere” mi ha detto prima del suo intervento. Eh si. Dopo averlo ascoltato ero certa: la sua storia mi piaceva. Ma la cosa fantastica è che mi piace sempre di più. Anche oggi che Stefano è impegnato in un nuovo sogno: il primo mulino social.

Giornata Mondiale della Felicità

Giornata Mondiale della Felicità: ciò che ho imparato sull’essere felici

Il 20 marzo si festeggia la Giornata Mondiale della Felicità. In questi anni ho imparato tanto sulla felicità. Per esempio ho capito che si tratta di uno stato d’animo che si può allenare, che viene da dentro di noi a prescindere dagli eventi esterni, che è ciò che ci fa sentire in pace e ci fa vivere una vita di piena realizzazione. Ho imparato che siamo noi, e solo noi, ad accendere la nostra felicità.

La tecnica dei 101 desideri di Igor Sibaldi

E’ sempre difficile parlare di desideri da realizzare. Quanti ne abbiamo? Apparentemente un’infinità ma se cominciamo a scriverli ci accorgiamo che non sono poi cosi tanti. O almeno non quelli che ci vengono d’istinto. Per andare a cercare nel nostro profondo i nostri desideri più forti e, quindi, scoprire chi siamo e ci vogliamo diventare, esiste un esercizio molto potente: la tecnica dei 101 desideri. Presa dal buddismo, questa tecnica è stata rivisitata da Igor Sibaldi. Vi propongo di farla insieme, che ne dite?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: