• assunta@assuntacorbo.com

ispirati

Fiducia: l’ascensore della felicità

Provate a pensare a un ambito della vostra vita in cui provate ansia, stress, paura e dubbio. Li, forse, avete perso la fiducia e state pensando che ci sia qualcosa da cambiare. E in effetti qualcosa c’è. Ma è il cosa ciò su cui è bene focalizzarsi. C’è un credo comune – e a mio avviso sbagliato – che sostiene di dover cambiare ogni volta che la vita ci pone davanti a un ostacolo. Questo è lo stesso credo che divulga un’idea di vita perfetta che non esiste. Perché le difficoltà arrivano anche quando siamo sulla strada giusta. Ed è in questo caso che occorre salire sull’ascensore della fiducia e fare un salto al piano superiore.

Davide Fissore “trovate il coraggio di essere vivi”

Ho conosciuto Davide circa 2 anni fa durante il Congresso Nazionale di Yoga della Risata di Cervia. Mi si è avvicinato per raccontarmi i suoi progetti e ricordo di aver pensato, in quel momento, “lui è un vero sognatore”. Ho notato nei suoi occhi e nel suo sorriso quella passione che muove il sogno e l’umiltà che ti guida alla sua realizzazione. Da allora siamo rimasti in contatto e abbiamo condiviso anche momenti di evoluzione. Ho fortemente voluto che fosse qui a raccontarsi sul divano virtuale della #piumarossa perché credo che la sua storia possa essere di grande ispirazione.

Vivendo la felicità: 21 giorni con Deepak Chopra

C’è una cosa che ci accomuna tutti. E’ qualcosa che tutti desideriamo qualunque sia la nostra storia, il nostro percorso, il posto nel mondo e il credo. Questo qualcosa è la felicità. Un’emozione che per qualcuno appare impossibile da raggiungere e per altri è talmente breve da non poter caratterizzare la propria vita. Ma la felicità, sai, esiste ed è un perfetto equilibrio di emozioni positive e di atteggiamento costruttivo nei confronti della vita. In questi giorni aspetto il nuovo ciclo di meditazioni gratuite di Deepak Chopra su questo tema e intanto rifletto.

Dalle lezioni di vita s’impara solo se…

“La realtà è un susseguirsi di lezioni di vita da cui si evolve”. Chissà quante volte avrai sentito dire – o avrai pronunciato – questa frase. Ed è cosi. La vita è evoluzione. Continua e costante. Siamo chiamati a imparare dalle belle esperienze e anche da quelle meno belle. Ma non si impara sempre. Ti è mai capitato di compiere sempre lo stesso errore? Noti che ci sono esperienze che ti disturbano che ricorrono in continuazione? Questo è un chiaro segnale di una lezione non imparata.

Vuoi vivere in un mondo migliore? Comincia da te.

Vuoi davvero un mondo migliore? Allora comincia a crearlo. Non ci sono scuse, non c’è nemmeno da aspettare troppo. C’è solo da agire. E’ straordinario pensare di volere un mondo in cui tutti sia migliore. Ma ancora più straordinario è iniziare a fare qualcosa per permettere che ciò accada. Ognuno di noi ha la possibilità di scegliere. Ed è una scelta anche accettare le cose come stanno e non fare nulla per cambiarle.

L’importanza di ritrovare il proprio equilibrio

Non raccontiamocela, non esistono giornate perfette una dietro l’altra. se vi vogliono fare credere che possa essere cosi non credeteci, vi prego. Ci sono le giornate che vanno via lisce e con tanta energia meravigliosa e quelle che ci fanno inciampare qualche volta. Poi ci siamo noi: a volte sintonizzati altre volte in disequilibrio. Sono questi i giorni in cui vediamo tutto più grigio e anche le attività più semplici sembrano troppo impegnative. Vi assicuro che queste giornate capitano a tutti, anche a chi fa un percorso di crescita personale e spirituale. E’ la vita stessa. La differenza sta nella consapevolezza di dover intervenire al più presto per ritrovare il proprio equilibrio.

Niccolò Branca: anche l’azienda ha un’anima

L’ho guardato negli occhi e in quello stesso momento ho provato un senso di profonda gratitudine. Stavo stringendo la mano a uno degli imprenditori più illuminati di questo momento storico. Nei suoi occhi ho letto l’amore per la sua azienda. Avevo davanti a me una persona felice, centrata, equilibrata e coraggiosa. Niccolò Branca, presidente e amministratore delegato della F.lli Branca Distillerie che produce il celebre Fernet Branca, mi ha accolta con un sorriso consapevole, non di circostanza. E’ stato il nostro primo incontro dopo esserci parlati solo al telefono.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: