• assunta@assuntacorbo.com

Giornalismo Costruttivo

2012: l’anno più felice nella storia dell’umanità

cartello-happy

Ecco, dopo un titolo del genere mi aspetto tutti gli insulti del caso. Affermare una cosa del genere dopo quello che è accaduto in Italia soprattutto dal punto di vista economico (Imu-disoccupazione-fallimenti aziendali & Co) e a un giorno dalla fine del mondo sembra una barzelletta. Eppure sembra essere cosi: il 2012 è stato l’anno più felice dell’umanità. Almeno secondo l’analisi del settimanale The Spectator.

In Francia la prima panetteria anti crisi

pane

Dal mondo arriva ogni genere di notizie ma questa mi ha decisamente colpita. In un momento di crisi come quello che tutto il mondo sta vivendo le idee originali ci piacciono e i francesi questa volta ne hanno avuta una fortissima. A Nimes è nata la prima panetteria anti crisi. Come funziona?

José Mujica: presidente povero ma felice

Politici ladri e corrotti: ecco come sfatare uno dei più consolidati pregiudizi sociali. In Italia sembra follia pura eppure esiste un uomo che veste i panni di presidente dell’Uruguay e che ha deciso di dare il novanta per cento del suo stipendio in beneficenza, di destinare la propria residenza ai senzatetto e di stendere personalmente i panni nel proprio giardino. Lui è José Mujica.

Pace nel mondo? Arriverà nel 2050

Mi rendo conto che in questo particolare momento storico – e con le notizie che ci restituiscono i giornali ogni giorno – sembra una follia pura parlare di pace nel mondo. Eppure uno studio condotto da Havard Hegre, docente di Scienze Politiche all’Università di Oslo, sostiene che nel 2050 la pace tra i popoli non sarà più una semplice utopia ma diventerà realtà.

Tutti a Bolzano, si vive meglio!

Io a Bolzano ci sono stata e vi posso assicurare che si tratta di una delle poche città italiane in cui si respira aria di benessere, sicurezza, opportunità, rispetto e serenità. Il capoluogo dell’Alto Adige è effettivamente la città che vanta il più alto tasso di felicità dei propri cittadini siano essi emigrati dal Sud Italia, bolzanini doc o stranieri. E a dirlo non sono solo io, ovviamente, ma anche le indagini sulla Qualità della vita nelle città italiane.

I rifiuti del mare per un’isola galleggiante

È solo un progetto embrionale ma l’idea merita una menzione. Lo studio olandese Whim Architects ha messo a punto un progetto che vede protagoniste singole case galleggianti realizzate con la plastica che inquina gli oceani.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: