Categoria: Giornalismo Costruttivo

José Mujica: presidente povero ma felice

Politici ladri e corrotti: ecco come sfatare uno dei più consolidati pregiudizi sociali. In Italia sembra follia pura eppure esiste un uomo che veste i panni di presidente dell’Uruguay e che ha deciso di dare il novanta per cento del suo stipendio in beneficenza, di destinare la propria residenza ai senzatetto e di stendere personalmente i panni nel proprio giardino. Lui è José Mujica. Presidente dell’Uruguay, Mujica guadagna 250 mila pesos (pari a 10.040 euro) e non se li mette nemmeno in tasca tutti. Quest’uomo esiste ed è un vero esempio da seguire. Alla guida di un Paese non...

Read More

Pace nel mondo? Arriverà nel 2050

Mi rendo conto che in questo particolare momento storico – e con le notizie che ci restituiscono i giornali ogni giorno – sembra una follia pura parlare di pace nel mondo. Eppure uno studio condotto da Havard Hegre, docente di Scienze Politiche all’Università di Oslo, sostiene che nel 2050 la pace tra i popoli non sarà più una semplice utopia ma diventerà realtà. Come lo ha definito? Il docente ha messo a punto un modello matematico che – a detta sua – consente di prevedere gli sviluppi politici. Il concetto è lo stesso utilizzato da economisti e investitori per interpretare la finanza. Secondo questo modello, il professore ha rilevato che se oggi il 15 per cento dell’umanità è in guerra, nel 2050 la percentuale scenderà al sette. Nei decenni successivi calerà ulteriormente. Il tutto grazie a una serie di fattori combinati tra loro: più alta istruzione, minore mortalità infantile, tasso delle nascite più ridotto, minore proporzione di giovani tra la popolazione mondiale e altre tendenze di carattere socio-economico. Insomma, la guerra non sarà più di moda e la pace sarà inevitabile. Per molti questo scenario appare fin troppo ottimistico, ma a noi piace pensare positivo, vero? Quindi crediamoci… Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

Tutti a Bolzano, si vive meglio!

Io a Bolzano ci sono stata e vi posso assicurare che si tratta di una delle poche città italiane in cui si respira aria di benessere, sicurezza, opportunità, rispetto e serenità. Il capoluogo dell’Alto Adige è effettivamente la città che vanta il più alto tasso di felicità dei propri cittadini siano essi emigrati dal Sud Italia, bolzanini doc o stranieri. E a dirlo non sono solo io, ovviamente, ma anche le indagini sulla Qualità della vita nelle città italiane. Non ultima quella condotta dal Sole 24 Ore in questo 2012. A Bolzano ancora il primato, come accadde nel 2010. Non che a Bolzano la crisi non si sia sentita, ma molto meno. Secondo l’Astat – l’istituto provinciale di statistica – e la Camera di commercio locale la previsione per il 2012 è di una crescita zero con una leggera ripresa nel 2013. Niente a che vedere, quindi, con la grande ripresa economica dopo la crisi del 2009, ma di certo meglio che in altre città italiane. Bolzano, infatti, ha mantenuto molti punti di forza: valore aggiunto pro capite (per cui ha guadagnato il terzo posto), basso tasso di disoccupazione (primo posto) , sofferenza sul prestito (quarto posto) e depositi bancari per abitante (undicesimo posto). Il mio consiglio è di farvi almeno un giro da turista…ne vale la pena. In questo periodo poi l’atmosfera dei Mercatini di Natale è imperdibile!...

Read More

I rifiuti del mare per un’isola galleggiante

È solo un progetto embrionale ma l’idea merita una menzione. Lo studio olandese Whim Architects ha messo a punto un progetto che vede protagoniste singole case galleggianti realizzate con la plastica che inquina gli oceani. Non male vero? Su Tgcom si legge che gli architetti stanno cercando fondi per sviluppare il progetto tramite un sito di fund raising che si chiama Kickstarter. Ovviamente sono anche alla ricerca di esperti nel riciclo delle materie plastiche e professionisti in grado di testare il progetto stesso. Cosa vorrebbe dire questo? Che si metterebbe a punto una nuova tecnologia per la realizzazione di un’edilizia sostenibile e proporrebbe un nuovo modo di abitare al sicuro rispetto di inondazioni. Per non parlare, poi, della pulizia dei mari. Che dire di più? Speriamo si avveri!   Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

GRATITUDINE

“Dire, Fare…Ringraziare”

Iscriviti alla newsletter per ricevere gratis l’e-book “52 Ispirazioni del Lunedì”

Il Book Club della Piumarossa

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: