Categoria: Giornalismo Costruttivo

Verona: all’Università per promuovere la bicicletta

Camminare e andare in bici: sono le due attività motorie che i medici ci invitano a perseguire per andare al lavoro. Per questo, probabilmente, l’Università di Verona ha pensato di mettere a punto un corso per formare professionisti che promuovano la mobilità ciclistica. Si comincia a marzo. «Promotore della mobilità ciclistica», questo il nome del corso di perfezionamento e aggiornamento professionale che nasce con l’obiettivo di incoraggiare anche in Italia la mobilità ciclistica. All’Università di Verona vorrebbero maggiore sensibilità da parte dei cittadini e puntano a raggiungere i livelli di familiarità con le due ruote di altri paesi europei. Se siete stati qualche volta in Olanda o in Nord Europa vi sarete accorti che le due ruote sono parte integrante della vita e degli spostamenti di tutti i cittadini. E dico tutti. Le donne riescono a farci la spesa e a portare i bambini a scuola. Va da se che sono numerosi anche gli accessori tipo la carrozzina per i bambini o per gli animali. Insomma, in bici si potrebbe fare tutto. Volendo però… Iniziamo con questo corso che è di certo un’ottima iniziativa. Inserito nell’area di Scienze della vita e della salute e organizzato dal collegio didattico di Scienze motorie in collaborazione con la Commissione educazione ambientale e risparmio energetico e dal gruppo di lavoro per la mobilità sostenibile di ateneo, il corso si svolge da marzo a...

Read More

A Tallinn bus e tram gratis

Torniamo a parlare di Estonia perché quando un Paese è civile lo è a più livelli. In questo caso la protagonista è la capitale Tallinn che ha trovato un modo intelligente per combattere l’inquinamento e spingere i cittadini a lasciare le macchine a casa. Dal primo gennaio i giorni feriali si viaggia gratis su bus e tram. Edgar Savisaar, sindaco di Tallinn, l’ha pensata davvero giusta. Pensando alla salute degli oltre 400mila residenti della città estone ha varato un’iniziativa che andrebbe replicata in tutto il mondo. In realtà si tratta di una svolta ecologista che si lega al referendum sull’abolizione delle tariffe dei trasporti pubblici indetto lo scorso marzo. I cittadini, allora, hanno partecipato in gran numero votando favorevolmente. L’iniziativa è positiva ma di certo non è stata semplice da attuare. Con questa misura, infatti, le casse del comune subiscono una perdita di circa 12milioni di euro. Credo che in Italia nessuno oggi si permetterebbe di farlo. E dire che 40 anni fa Bologna fu pioniera con offrendo bus e tram gratuiti ai propri cittadini. Ma come funziona? Per poter utilizzare i mezzi gratuitamente i residenti di Tallinn devono richiedere una speciale carta verde via internet o presso un ufficio spostale. La tessera ha un costo simbolico di due euro. Lo avevo detto che Tallinn mi piaceva. Dopo le leggi fatte dai cittadini i mezzi pubblici gratis sono un...

Read More

In Estonia le leggi le fanno i cittadini

Quanto amo i Paesi civili. L’Estonia é uno di quegli esempi da seguire. Ci sono stata qualche anno fa per un viaggio di lavoro e ho scoperto un Paese affascinante, pieno di opportunità, ricco di servizi e veramente positivo. Non mi sono affatto stupita di leggere oggi che viene data la possibilità ai cittadini di scrivere le nuove leggi. Certo non é un Paese privo di scheletri nell’armadio ma rappresenta sicuramente un esempio da seguire. E lo dico a gran voce alla vigilia delle prossime elezioni italiane. Anche in Estonia ci sono stati scandali politici e finanziari ma li, a differenza di quanto accade nel nostro Bel Paese, si é deciso di farne un motivo per coinvolgere i cittadini. Il presidente Toomas Henrik ha quindi convocato una riunione tra rappresentanti dei partiti politici e della società civile. Dopo l’incontro ha annunciato a sorpresa che per tre mesi i cittadini saranno coinvolti nella stesura di una nuova regolamentazione della vita politica. Detto fatto, é stato creato il sito Rahvakogu.ee – che tradotto significa “Assemblea dei cittadini” – dove la popolazione estone può studiare la legge elettorale, il sistema dei partiti e proporre le proprie leggi. Lavoro, finanziamento pubblico dei partiti e legge elettorali i temi più caldi. Una task force analizzerá gli spunti proposti a febbraio. Infine a marzo 500 cittadini estoni selezionati a campione in tutte le categorie sociali...

Read More

Guadagnati 10 anni di vita dal 1970 a oggi

Mi sono sempre chiesta quanto avessimo guadagnato in anni di vita oggi rispetto al passato. Ecco la risposta: 10 anni. Lo dice il più grande studio sulla salute del mondo mai condotto. Condotto da circa 500 ricercatori coinvolti analizzando 187 Paesi, lo studio ha preso in considerazione 291 condizioni fra malattie, violenze, incidenti e disturbi di ogni genere. Il risultato é rincuorante: si vive di più (dal 1970 al 2010 si sono guadagnati oltre 10 anni di vita media). Siamo anche meno vittime di flagelli come fame e malattie legate alla miseria. Purtroppo però il progresso ha portato ad altre problematiche. Sappiamo bene che la nostra societá si scontra con problemi come obesitá e ipertensione che certo non ci fanno stare bene. Lo studio dice, infatti, che cattiva alimentazione e poca attivitá fisica sono le cause delle principali malattie dell’era moderna. Fate tesoro di questi dati… Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici.TwitterFacebookLinkedInGooglePinterestE-mailWhatsAppSkypeStampaTumblrMi piace:Mi piace...

Read More

Nashville: dove si vive bene, la crescita economica è assicurata e regna la musica country

Avete presente Nashville? Si, proprio quella del celebre film di Robert Altman che porta il nome della città americana e racconta di tutto quando accade attorno ai cinque giorni del festival di country music. Era l’anno 1975 e da allora la cittadina non è stata più cosi popolare. Fino a oggi. Mi sono appassionata alla musica country da poco più di un anno ma come tutte le passioni nate in età adulta sono pressoché irruenti. Quindi tutto ciò che comprende lo stile o semplicemente la parola country mi conquista al primo colpo. Ecco perché sono qui a scrivervi di Nashville. Stamattina ho scovato un pezzo bellissimo su LaStampa.it firmato dal suo inviato a New York Paolo Mastrolilli e non ho potuto resistere. Il succo? Nashville è tornata. Non solo, pare sia una delle città americane in cui si vive meglio: start up, economia in crescita, scuole eccellenti, editoria che funziona e popolazione in aumento. Di questi tempi direi che è una buona notizia, non credete? E mettiamoci pure che il country continua a fiorire come negli anni Settanta « glorificata anche da una nuova serie televisiva della Abc, che naturalmente si chiama “Nashville”» scrive Mastrolilli. Complice una serie di fattori, tra cui l’industria musicale certamente, la cittadina sembra aver chiuso il 2012 con un tasso di disoccupazione del due per cento al di sotto la media nazionale. Non male...

Read More

GRATITUDINE

“Dire, Fare…Ringraziare”

Iscriviti alla newsletter per ricevere gratis l’e-book “52 Ispirazioni del Lunedì”

Il Book Club della Piumarossa

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: