• assunta@assuntacorbo.com

blog

Happiness on the road: la felicità nelle piazze

Potrei dirvi che Happiness on the road è una libreria ma no, non ve lo dico. Non lo faccio perché è molto, molto di più. Marco Sacchelli ha caricato dei libri su un’Ape P 601 che ha il doppio dei suoi 23 anni e ha cominciato a girare la Versilia portando con sé storie, racconti, esperienze e ispirazioni. Perché lo fa?

Quando volevo mollare tutto

Ogni volta che ripenso al periodo in cui volevo mollare tutto, oggi sorrido con tenerezza. Ma allora è stato un momento veramente difficile per me. Avevo messo in questo blog tempo, energie, passione cosi come nel mio progetto di ispirare le persone a vivere nella gratitudine. Lo stavo facendo da anni ormai. Eppure le cose non andavano come avrei voluto. C’era sempre qualcosa che impediva il fluire degli eventi.

Helper’s High: l’altruismo fa bene a chi lo pratica

Siamo altruisti nati. Per una buona parte della storia umana aiutare le persone in difficoltà anche con un piccolo gesto è stato un desiderio molto forte. Il concetto che con un piccolo gesto si potesse fa la differenza nel mondo piaceva ai nostri antenati. Ma ciò che ancora di più stimolava – e stimola ancora oggi- l’altruismo è la ricompensa che si cela dietro di esso. Una sensazione di benessere che pare essere più forte nel donatore piuttosto che nel ricevente. E’ quello che i neuro scienziati americani chiamano Helper’s High, la grandezza di chi aiuta.

A Pordenone l’azienda che sceglie la fiducia e abolisce gli orari di lavoro

Poter lavorare gestendo il proprio tempo. E’ un sogno di tanti ma una realtà di pochi. Forse servivano gli esempi e ora ne abbiamo. In Italia la Graphistudio di Arba, in provincia di Pordenone, ha fatto questa scelta. I suoi 200 dipendenti (età media 28 anni!) si gestiscono gli orari senza alcuna imposizione da parte dell’azienda. Che cos’è questo se non un grande esempio di fiducia?

La felicità è perfezione?

La nostra felicità dipende da quanto consideriamo la nostra vita perfetta. Almeno questa è l’idea che la nostra mente elabora: felicità è uguale a perfezione. Ma quando percepiamo la vita perfetta? Provate a pensarci.

A Milano la prima Fondazione Empatia d’Italia

Milano sorprende e conquista. Va contro gli stereotipi e accoglie una nuova realtà meravigliosa: la Fondazione Empatia. E’ la prima in Italia e la seconda in Europa dopo l’Empathy Museum di Londra. Un evento, questo, che mi ha spinto ad alcune riflessioni sul valore dell’empatia.

Nutrirsi di buone notizie: perché?

Avrei potuto intitolare questo articolo “perché le cattive notizie fanno male” ma il punto è: dove vogliamo portare la nostra attenzione? Qualche anno fa ho deciso di portarla su quanto bello c’è nel mondo e non sul suo contrario. Perché il concetto, in realtà, è molto semplice. Non è facendo finta che il brutto non esista che si sta meglio ma piuttosto esaltando ciò che è bello che aumenta la nostra fiducia nel mondo. Nutrirsi di buone notizie fa bene.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: