• assunta@assuntacorbo.com

blog

Manuel Brambilla: “ho fatto dell’ironia e del sorriso la mia forza” #divanovirtuale

“Assunta vorrei raccontarti la mia storia”. Si è avvicinato a me subito dopo il mio intervento sul paco del Congresso Italiano di Yoga della Risata a Cervia. Un bel sorriso, una bella energia. “Certo, l’ascolto volentieri”. Ho sentito immediatamente che avrei ascoltato una storia significativa. Piena di emozioni. A dirmelo sono stati gli occhi di Manuel. Ci siamo seduti all’aperto con il sole caldo della Romagna ad abbracciarci e lui ha cominciato a raccontare.

5 buoni motivi per svegliarsi presto al mattino

“No Assu, mi spiace ma non riesco a immaginarti sveglia alle 6 del mattino!”. La mia amica Viviana ci ha messo un po’ a figurarsi me giù dal letto cosi presto. Forse ancora non riesce a farla sua questa immagine. Io ero esattamente come lei: mi godevo fino all’ultimo minuto possibile sotto lenzuola o coperte. Facciamo anche un minuto dopo. Poi qualcosa è cambiato. Lo scorso luglio ho cominciato a svegliarmi presto, sempre prima e oggi la sveglia suona alle 6! Perché? Vi do 5 buoni motivi.

Antonio Quaglietta

Il coach: Antonio Quaglietta. Vivere il cambiamento.

Cambiare. Un verbo che spaventa molti. In realtà il cambiamento è parte della vita. Impossibile immaginare un’esistenza senza cambiamento. Ogni minuto che passa siamo diversi dal minuto precedente. Accettarlo significa far diventare il cambiamento un alleato. Di questo parliamo con Antonio Quaglietta, counselor, personal coach e trainer di Pnl (Programmazione Neurolinguistica). Gli ho chiesto di accomodarsi sul mio divano virtuale per raccontarci qualche strategia sul cambiamento.

Il tempo non è mai perso. Il tempo è prezioso

C’era un tempo in cui pensavo che alcuni momenti della giornata fossero tempo perso. Oggi non è più cosi. Oggi ho capito che il tempo non si perde mai. Il tempo, piuttosto, è sempre prezioso. Procura emozioni, fornisce lezioni, dona un momento per fermarsi. Il tempo serve sempre. E’ utile e come lo si impiega – per scelta o per necessità – ha sempre un suo perché.

Mi sono buttata fuori a calci dalla zona di comfort e sto benissimo

Fuori! Ci pensavo da troppo tempo. Poi un giorno mi sono detta: esci! Vai fuori. Ho proprio visualizzato la mia vecchia me che prendeva a calci quella che sono oggi. Ora vi starete chiedendo, ma cosa hai fatto? Sono andata su Youtube. Voi non potete nemmeno immaginare cosa abbia significato per me. Chi mi conosce lo sa bene. Io, che se mi facevano una foto a sorpresa non la passavano liscia. Io che “non esiste, io su Youtube non arriverò mai”. E sempre io che “ma poi scusa, cosa racconto? Chi mi guarda?”. Ecco quella me li. Fuori!

Il coach: Debora Conti. Il peso è una questione di testa

Debora Conti l’ho scoperta grazie al migliore amico di tutti Google. L’ho seguita sul mondo digital e poi ho cominciato a esplorare il suo lavoro leggendo i suoi libri e acquistando alcuni suoi audio del programma Giusto Peso per Sempre. Debora è la persona che mi ha insegnato ad avere una nuova visione del peso corporeo. Grazie a lei ho compreso che le diete assurde e drastiche che ci troviamo a seguire non servono a nulla. Sicuramente non servono alla nostra felicità.

L’invidia è un’ammissione di inferiorità

Il titolo è una citazione dello scrittore francese Honorè De Balzac che riassume perfettamente questo sentimento negativo e depotenziante. L’invidia, appunto. Tutti noi almeno una volta nella vita ne siamo stati vittime e molti di noi l’hanno provata nei confronti di qualcuno. Accorgersi di essere finiti nel vortice dell’invidia è importante e ci permette di elaborare al meglio cosa accade dentro di noi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: