• assunta@assuntacorbo.com

blog

Nuove abitudini per una quotidianità più consapevole

La nostra vita è fatta di abitudini. Provate solo un attimo a pensare a come si svolge la vostra quotidianità: il rito della colazione, le solite azioni al mattino, la strada verso il lavoro sempre uguale, il caffè e il pranzo durante il giorno, il rientro a casa, la palestra alle 19, un film dopo cena quando non si esce. E’ tutta una routine. E guai a modificarla, sembra quasi che possa mancarci la terra sotto i piedi. Per quanti anni procediamo in questo modo? Tanti. Eppure basterebbero nuove abitudini per farci vivere una quotidianità più consapevole, per farci conoscere davvero la nostra vita e ciò che ci sta intorno.

Katya Giannini: le dinamiche dell’inconscio

Smettiamo di fare finta di niente. Il nostro inconscio è continuamente al lavoro per determinare l’andamento della nostra vita. Lavorare sulle dinamiche che appartengono alla nostra parte più profonda è il segreto per riuscire a tornare a sorridere, ritrovare la serenità e vivere la vita che davvero vogliamo. Tra le persone che ho incontrato in questo mio percorso di cambiamento, Katya Giannini è la più dolce e accogliente. E’ anche tra le più preparate in fatto di dinamiche del nostro inconscio. Ho avuto la fortuna di condividere con lei tanti momenti e di lavorare con lei su alcuni miei blocchi. Il risultato è stato davvero incredibile.

Milano: mangiare e bere al prezzo giusto

Milano è una città che negli ultimi anni è diventata davvero bella. A tratti non si riconosce. Merito dell’Expo che sta volgendo al termine ma che lascia sicuramente un segno. La città si è trasformata e sono nati tanti nuovi luoghi di aggregazione. Scegliere, spesso, è diventato difficile. Ecco perché trovo sia utile la guida realizzata dai miei amici di Milano Weekend. Colazione, brunch, pranzo, merenda, aperitivo, cena e dopocena: sette categorie per 70 scelte. E’ la guida Top 70 Qualità Prezzo 2016. Una fedele compagna per scegliere il posto giusto al prezzo giusto.

Manager Della Felicità

Il manager della felicità: una realtà possibile.

“Io credo che ogni azienda dovrebbe avere un manager della felicità”. Ad affermarlo è Alexander Kjerulf, che di professione è, naturalmente, CHO – Chief Happiness Officer. Come non essere d’accordo con lui? Anche io credo fermamente che la felicità sul lavoro possa portare a grandi benefici concreti e a risultati. Del resto, in ufficio si passa talmente tanto tempo che essere felici è il minimo che possiamo fare per noi stessi.

Paulpetta, la polpetteria biologica di Monza

I sogni si realizzano. La storia di Paulpetta

Non credete a chi vi dice che i sogni si realizzano facilmente. Credete, piuttosto, a chi vi dice che i sogni si realizzano. Perché non è sempre facile ma è certamente sempre possibile. Quest’ultima frase, cosi radicata in me, mi è apparsa tipo scritta luminosa quando sono entrata per la prima volta da Paulpetta. Non un semplice luogo, ma un sogno materializzato.

La ricerca della perfezione è nemica dei sogni

Ricordate il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera”? E’ uno dei pochi della tradizione popolare che ritengo essere utili. Ieri mattina ho avuto uno scambio di messaggi con una mia cara amica proprio sul tema della perfezione. Quante volte, presi dal perfezionismo, rimandiamo l’inizio di un progetto o il primo passo verso un sogno? Ci siamo passati tutti prima o poi. L’idea di dover avere tutto perfetto per partire è comune a molte persone.

La casa è lo specchio dell’anima: come fare ordine

Quando la mia casa non è a posto mi sento scomoda. E’ una sensazione molto forte che provo ogni qualvolta perdo di vista l’ordine delle stanze di casa. Prima non ci facevo caso ma ora si. Mi accorgo che il mio stato d’animo e la mia serenità dipendono anche da come è l’ambiente. Vorrei raccontarvi qualcosa in più sull’importanza di fare ordine in casa. Il luogo in cui viviamo che è un vero specchio dell’anima.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: