• assunta@assuntacorbo.com

blog

ChrisBlogDiViaggi

Chris di BlogDiViaggi.com: il dolore si può convertire in amore per gli altri

Vi racconto spesso della mia passata vita nel giornalismo di turismo. Ho vissuto con grande attenzione l’avvento dei blogger di viaggi e tra questi uno che ho sempre tenuto d’occhio è BlogDiViaggi.com. Mi piaceva l’idea, soprattutto, che fosse una coppia a condurre le danze di post, viaggi, esperienze e condivisioni. Chris e Marta hanno dato vita a un sogno. Ne avevano tanti insieme. Ma la vita, si sa, a volte ti presenta delle sfide inspiegabili. Marta è rimasta incinta e, purtroppo, lo scorso dicembre, alla 27ma settimana, se n’è andata insieme a Leonardo, il piccolo che portava in grembo. Chris ha mostrato la sua vulnerabilità raccontando il suo dolore a chi lo seguiva da anni. Ma da subito ha avuto una certezza: fare qualcosa di costruttivo per cui Marta sarebbe stata felice. Cosi è nato il progetto #marta4kids.

Chris è pronto a partire per trasformare la rabbia e il dolore in amore, speranza e sorrisi e donarli agli altri. Il prossimo 2 aprile, giorno in cui sarebbe dovuto nascere Leonardo, si metterà in viaggio per l’Italia, a piedi. Il suo progetto prevede 324 giorni di viaggio percorrendo a piedi 17 regioni per un totale di 3973 chilometri.

A chi gli chiede chi te lo fa fare, Chris risponde

Il mio amore per Marta non è cambiato, ha solo imboccato un’altra strada. Con questo viaggio la porterò con me, è soprattutto per merito suo e per grande amore che nutriva verso il prossimo che ho preso la decisione di affrontare questa grande avventura. La mia felicità è la prospettiva di aiutare chi soffre.

Il suo progetto porta il nome di un hashtag che sta già conquistando i social: #marta4kids. E’ anche questo il nome della Onlus attraverso la quale Chris devolverà tutto il ricavato del viaggio in beneficenza alla lotta contro la fribrosi cistica. Ogni settimana, come racconta sul suo blog, Chris raggiungerà i malati e gli ospedali che trattano questa malattia al fine di sensibilizzare le donazioni.

La cosa fantastica di questo progetto è che Chris, ancora prima di partire, ha già trovato cuore e porte aperte di un’Italia speciale. E questo fa pensare ancora una volta al bello che vive accanto al brutto. A quanto tempo sprechiamo a leggere notizie negative mentre nel mondo ci sono persone che con il cuore pieno di dolore sanno trovare la forza di fare del bene agli altri.

Io sosterrò Chris sui social e con una donazione a #marta4kids. Chiedo anche a voi di riflettere su questo progetto e su quanto ha da insegnarci.

Se volete augurare buon viaggio a Chris potete farlo il 2 aprile alle 11 a Bassano Del Grappa, da dove partirà per questo suo nuovo viaggio. Potrete fare un pezzo di strada con lui per dargli la forza di cui ha bisogno per affrontare i 4mila chilometri previsti.
L’hashtag #marta4kids ci permetterà di seguirlo in giro per l’Italia. Sono certa che ci racconterà storie straordinarie.

Certo, non è una passeggiata vivere senza Marta, mi manca, la cerco, le parlo. Ma chiudermi in me stesso nel dolore è tempo sprecato, lo voglio spendere al meglio, lo voglio regalare a chi più ne ha bisogno.

Grazie Chris!

Wellness for woman: il benessere che sostiene le donne

La festa della donna è passata. Non ho mai amato festeggiarla perché credo che si tratti di una giornata diventata ormai commerciale. Mi piace però, e ormai lo sapete, sostenere le iniziative che vanno al di là della giornata di festeggiamenti. Wellness for Woman è tra queste. Un progetto nato in casa QC Terme in collaborazione con Oxfam Italia, società che lavora per garantire alle donne diritti e formazione.

Podere il Casale agriturismo

Agriturismo nel piacentino. Accoglienza con amore

Amo le colline piacentine. Sin da quando ero piccola e ci andavo con i miei genitori mi sono sentita a mio agio tra sentieri, agriturismi, sapori, profumi ed esperienze. Certo, allora non comprendevo il valore artistico e culturale di questi luoghi ma ne riuscivo a cogliere lo stare bene. Si, tra le morbide colline del piacentino si sta proprio bene. Crescendo ci sono tornata spesso per gite fuori porta in famiglia o con gli amici. Oggi ci torno, appena posso, con Antonio e Giulia. Ci piace scoprire nuovi luoghi e nuove storie. Questa terra a cavallo tra la Lombardia e l’Emilia Romagna sa sempre come riservare sorprese.

Come essere più produttivi? I 9 trucchetti di Andrea Grassi. #EkisBDay

E’ lunedì. Il giorno della settimana che vanta la più lunga lista di buoni propositi. Quali sono i vostri obiettivi per i prossimi 7 giorni? Se nella lista c’è anche il desiderio di incasinarsi di meno durante le ore di lavoro e di essere più produttivi allora prendetevi del tempo per leggere questo post. Vi racconterò i 9 truchetti che ha condiviso Andrea Grassi durante il Beautiful Day 2016. Sono molto utili quindi preparatevi a cambiare un bel po’ di abitudini nella vostra giornata lavorativa.

Difficoltà e Problemi

Come risolvere difficoltà e problemi? Guardiamoli in faccia.

Vi è mai capitato di avere difficoltà e problemi e di fare finta di nulla? Del tipo ricevere raccomandate e non andare a ritirarle, negarsi al telefono, pensare che il lavoro non ci piace ma restare li lamentandosi, fare finta di nulla di fronte a una relazione che non funziona. Vi ritrovate in queste situazioni? Io un tempo si. Ne ho vissute molte fino a che ho compreso il potere delle mie azioni e delle mie scelte. Oggi vorrei condividere con voi il mio cambiamento in fatto di atteggiamento verso le sfide della vita.

Amore tra due uomini

Come ho spiegato a mia figlia l’amore tra due uomini

Questo post mi ronza in testa da qualche giorno. E’ arrivato il momento di scriverlo perché sento l’esigenza di raccontare come io e mio marito abbiamo spiegato l’amore tra due uomini a nostra figlia Giulia. Per farlo vi racconterò come è andata nei fatti ma, prima ancora, vi dico che in realtà non lo abbiamo fatto. Cioè non abbiamo spiegato nulla. Perché? Seguitemi.

Swiss Art of Activeness

Migliorare la cura dei rapporti interpersonali. L’impegno di Swiss

La nostra è una società fortemente orientata all’individualismo. Confesso che affermare ciò non mi rende serena. I risultati di uno studio dell’Istituto di ricerca Forsa commissionato dalla compagnia aerea Swiss, rivela proprio questo: 9 italiani su 10 (88 per cento) ritengono di percepire un egoismo sempre più diffuso e una importante riduzione del senso di solidarietà e comunità. E’ davvero cosi? Personalmente credo che ci sia ancora tanto lavoro da fare ma che il percorso è avviato e la sensibilità delle persone è ben ricettiva.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: