Il prossimo 1 febbraio si svolgerà a Milano l’edizione 2015 del Beautiful Day. Io sarò tra il pubblico e non vedo l’ora. Mi piace l’essenza di questo evento ideato da Livio Sgarbi, presidente di Ekis e coach di grande fama in Italia. Mi piace perché è a tutti gli effetti una full immersione di crescita personale, ha una motivazione benefica e raccoglie voci di diverso genere pronte a dare un messaggio a chi vuole ascoltarlo. E io credo proprio di essere pronta!

“Da zero a dieci. I potere nelle tue mani!”, questo il titolo dell’edizione 2015 del Beautiful Day. L’invito è farsi delle domande per capire a che punto siamo del nostro percorso di vita. Per dire: quanto ti soddisfano le cose che stai facendo nella tua vita? Quanto vorresti ottenere in termini di felicità e successo? Quanto desideri ottenere i tuoi obiettivi? Quanto sei disposto a impegnarti per te stesso?

Domande toste, vero? In realtà sono fondamentali per tenere sotto controllo il nostro livello di felicità e soddisfazione. Io ho imparato a farmele quasi con costanza settimanale. E le risposte, garantisco, mi danno nuova linfa per cambiare, continuare e imparare da eventuali errori. E’ un dialogo con me stessa.
Ecco perché sono felice di andare al Beautiful Day. Perché ho risposto a quelle domande e so di essere pronta a crescere ancora. A diventare la migliore versione di me stessa. C’è sempre da imparare e so per certo che le voci che ascolterò sul palco del Teatro dal Verme di Milano il prossimo 1 Febbraio mi potranno dare nuovi stimoli importanti.

Tanto per fare qualche nome, ritroverò il mio amico Richard Romagnoli con la sua carica incredibilmente positiva, ascolterò per la prima volta dal vivo Rudy Bandiera mio mentore virtuale per quanto riguarda la rete e il mondo digital, avrò modo di rivedere su un palco Linus di Radio Deejay che ho più volte intervistato in passato ma che, soprattutto, rappresenta la voce che ascolto ogni mattina, potrò scoprire di più sulla PNL (Programmazione Neurolinguistica) da Alessandro Mora e naturalmente ascoltare nuovamente Livio Sgarbi che ho scoperto sul palco del Congresso Nazionale di Yoga della Risata dove siamo stati entrambi ospiti. E non è finita. Da Giusy Versace, donna di grande tenacia, ascolterò una forte esperienza di vita e grazie a Giangiacomo Schiavi del Corriere della Sera mi riempirò le orecchie di belle parole sull’informazione positiva e le buone notizie. E poi ancora Andrea Grassi, revenue maker esperto in dinamiche commerciali e aziendali, Robert Lantschner, speaker internazionale che ha dedicato la sua vita all’eco-sostenibilità e Roberto Pesce, espero di intelligenza finanziaria mi daranno le dritte necessarie a far decollare quel paio di progetti che mi frullano in testa.

I temi e le menti sono molto diversi tra loro, come potete notare, ma questa è la vera forza della giornata. La diversità ha un potere incredibile: quello di far cambiare punto di vista. Cosi come la condivisione ha il potere di far crescere chi condivide e chi riceve in dono pensieri e riflessioni. Questo è quanto amo di questa nuova era. Di questo sono grata a chi sarà presente sul palco del Beautiful Day, perché regalare un pezzo della propria vita agli altri non è cosa che san fare tutti.

Dicevo della motivazione benefica. Ogni anno il Beautiful Day sostiene una fondazione o un progetto. Quest’anno il ricavato verrà devoluto al Dynamo Camp, l’unica struttura italiana di Terapia Ricreativa pensata per ospitare minori le cui vite sono compromesse dalla malattia.

Tornando alle info pratiche. L’appuntamento è dalle 10 alle 19 del 1° febbraio al Teatro dal Verme di Milano. Sul sito potete ancora acquistare i biglietti: si parte da 35 euro.

Forse non c’è bisogno che vi dica che sarò un uccellino cinguettante su Twitter con l’hashtag #EkisBday, ma ve lo dico lo stesso. Tenete d’occhio l’account del blog @TGNBlog.