• assunta@assuntacorbo.com

Author Archive assunta

Micheal Buck: come costruire una casa da 150 sterline. Si può fare

cob-houseAvete presente le case degli Hobbit? Piccola, deliziosa, calda e accogliente. Non è solo fantasia ma anche realtà. Perché se partiamo dal principio che tutto è possibile, non dovremmo stupirci del fatto che un uomo contemporaneo possa costruirsi una casa con sole 150 sterline (indicativamente 180 euro). Lui è Michael Buck, ha 59 anni e vive nella campagna inglese. Ambienti piccoli, tanta fantasia, voglia di celebrare la natura e, naturalmente, l’idea precisa di potercela fare. Una sfida? Si, forse. Di sicuro un progetto che il web intero sta apprezzando.

Zac e Vince: amici contro la leucemia. Una lezione di vita dai bambini

zac-vince

Il cuore dei bambini è puro. In quanto tale è in grado di regalarci storie di fronte alle quali viene solo da riempirsi l’anima. Anche se di mezzo c’è la leucemia. Anche se protagonista è un bambino che si ammala a soli 6 anni. Anche se mai vorremmo parlare di questo assurdo binomio tra bambini e cancro. Perché c’è sempre un modo per vivere anche le tragedie con ottimismo. E succede nello stato del Missouri, Stati Uniti. Zac Gossage perde i capelli con la chemioterapia e il suo amichetto Vince Butterfield si rasa i capelli come lui.

Papa Francesco è il più amato dal web. Quanto è positiva la sua influenza

papa-francesco-ok
Ricordo molto bene la scena. Ero in una pizzeria con i miei genitori, mio marito e Giulia, nostra figlia che oggi ha 3 anni. Tutti i commensali erano rivolti verso il grande schermo: c’era stata la fumata bianca e si aspettava solo il nome del nuovo Papa. Pochi minuti e lo abbiamo visto. Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco. Giulia lo ha salutato con un “che bello Papa George” e poi ha chiesto al cameriere “ora possiamo girare su Peppa Pig?”. L’immagine resterà impressa per sempre nella mia mente perché Giulia ha fatto ridere l’intera pizzeria, perché davanti a me c’era il volto di un uomo, prima di tutto, che aveva davanti a sé il grande compito di dimostrare che la Chiesa poteva cambiare. Di li a poche settimane Papa Francesco sarebbe diventato uno degli uomini più amati al mondo.

Stefano Guerrera, il ragazzo che fa parlare i quadri su Facebook

Io lo facevo. A scuola facevo parlare i quadri o li travestivo da personaggi insoliti: baffi alla Gioconda, occhiali all’Urlo di Munch. Insomma. Io queste cose le facevo. E sicuramente anche voi che state leggendo. Ok, ma perché a noi non ci è venuta l’idea di Stefano Guerrera? Perché lui ha avuto coraggio, ironia, umiltà e ha attirato a sé una serie di situazioni favorevoli. Ve l’ho già detto che il successo non è di chi ha l’idea ma di chi la mette in pratica. O no? Stefano lo ha fatto “per gioco”, dice lui, senza rendersi conto che proprio il non prendersi sul serio ha decretato il successo della sua pagina Facebook Se i quadri potessero parlare. E ora? Ora si fanno le t-shirt!

5 motivi per cui vale la pena perdonare. E zittire l’orgoglio!

Imparare a perdonare. Si lo so, non fate quella faccia. E’ difficile. Quando qualcuno ci fa un torto molto grande non riusciamo a comprendere perchè dovremmo perdornarlo. Il primo istinto è quello di fare del male a quella persona, il secondo è quello di allontanarla dalla propria vita. Ve ne propongo un terzo: perdonare ed essere felici. Sappiate una cosa: a farvi rodere il fegato è l’orgoglio. E lui, non è affatto lucido.

Eventi Milano: il Salone del Risparmio dal 26 al 28 marzo

salonerisparmio

Risparmiare: questa la parola d’ordine dei nostri tempi. Tutti noi proviamo strategie per riuscire gestire al meglio le nostre risorse. Ecco perché questo evento lo trovo importante. Il Salone del Risparmio si svolgerà dal 26 al 28 marzo a Milano e sarà aperto sia agli operatori dell’industria che ai privati. Un’occasione per carpire qualche segreto da applicare alla propria quotidianità.

Elio Fiorucci, intervista. « Le carte per emergere sono i valori della propria personalità»

Style: "Neutral"

Per me Elio Fiorucci è sempre stato un’icona di stile. Ho indossato le sue magliette, i suoi jeans e anche qualche paio di scarpe. Ho sempre pensato a lui come a una persona che vive a colori. La forza dei suoi brand si è fatta sentire in tutto il mondo e ha conquistato anche Andy Warhol, il re della Pop Art – che ha scelto la vetrina del suo negozio newyorchese per il lancio della rivista Interview – e Keith Haring, il pittore americano che dipinse una parete del negozio milanese Fiorucci negli anni Ottanta. Un giorno mi son detta “lo intervisto per il mio blog”. Ed è successo che, per una serie di incastri, quel giorno sia arrivato.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: