• assunta@assuntacorbo.com

Author Archive assunta

10 segreti per rallentare e vivere meglio

Siamo abituati a correre. Mille cose da fare, appuntamenti, impegni, faccende e contatti. A volte si arriva a sera senza forze, vero? Del resto ci hanno abituati cosi: “chi si ferma è perduto” dice uno dei proverbi della tradizione popolare che dovremmo eliminare. O almeno interpretare diversamente. Perché se è vero che non dobbiamo mai fermarci quando si tratta di raggiungere un obiettivo o un sogno, è anche vero che serve avere dei momenti in cui si assaporano i risultati raggiunti. Nella vita quotidiana, poi, serve anche procedere con lentezza. Si, serve rallentare.

Intervista, Marquica: “a ognuno la propria bellezza”

marquica-palco

Marquica l’ho incontrata in una serata milanese tra amici. Veridiana Meleleo presentava il suo progetto Forza Tempo e Marquica ci ha regalato quattro brani del suo repertorio molto belli. Mi ha colpito la sua voce, la sua bellezza e la sua umanità. Quel sounds me lo sono portato a casa. E poi, grazie a Facebook, siamo rimaste in contatto. Ci siamo scoperte molto affini. Lei è una donna realizzata, felice, lavora al suo sogno, vive il presente e si fa poche domande sul futuro. Ecco perchè la ospito con piacere sul mio divano virtuale.

Eventi Milano: il 22 giugno, giornata di meditazione pubblica

meditazionepubblica

La meditazione è un tema che riscuote sempre un certo interesse. I suoi benefici sono ormai noti ma non tutti ancora riescono ad avvicinarsi a una pratica costante. Eppure basterebbero davvero pochi minuti inseriti nella nostra quotidianità per ridurre il livello dello stress, restare più focalizzati e ripulirsi dalle energie negative. Se ci state pensando da un po’ e vivete a Milano o dintorni, segnatevi in agenda la data del 22 giugno. All’Arco della Pace, dalle 9.30 alle 19.30, si terrà una giornata di meditazione pubblica.

Cerchi lavoro? Prova al Workcoffee

workcoffee

Avete provato a trasformare l’ansia che si cela dietro la ricerca affannosa di un nuovo impiego con un momento di serenità, convivialità e relax? Si dice che davanti al caffè sia tutto possibile. Io ci credo. Lo amo, il caffè. E credo che davanti a un espresso fumante possano nascere belle storie, collaborazioni, progetti e idee. A me è sempre successo cosi. Pensate se tutto questo accadesse in un bar pensato proprio per chi è alla ricerca di lavoro. A Milano è arrivato Workcofee.

Gregory Kloehn: case in materiale riciclato per i senzatetto

homeless

Vi propongo un cocktail fantastico: materiale riciclato, amore per gli altri, gentilezza e creatività. Il risultato? Un progetto straordinario che vede protagonista l’artista californiano Gregory Kloehn. Lui vive a Oakland e ogni giorno si aggira per la città alla ricerca di materiali di scarto come vetro, plastica o legno. Cosa ne fa? Case per ospitare i senzatetto.

“Ma che brava tua figlia. Come sei fortunata”! Eh, no. Altrochè fortuna.

bambino-mani

Avviso ai lettori: questo post sarà impopolare. Lungo e impopolare. Anzi, diciamo che solleverà molte polemiche. Lo so ma non riesco a frenare il desiderio di scriverlo. La frase che leggete nel titolo è tra quelle che più mi hanno sempre turbata da quando è nata Giulia. Lei è brava e noi genitori siamo fortunati. Semplice vero? Niente affatto. Lei è brava – che poi cosa vuol dire essere bravi? Sulla base di cosa si giudica la bravura? – e noi siamo fortunati. Ma la fortuna esiste? Oppure ci si crea la condizione? Se è vero che siamo responsabili al 100% di quel che ci accade – e io a questo credo molto – allora lo siamo anche dei nostri figli. Ok, l’indole, ma noi genitori abbiamo un ruolo fondamentale.

Appelliamoci alla facoltà di scegliere. Lo meritiamo.

scegliere

Possiamo scegliere. Ve lo hanno mai detto? Possiamo decidere quello che ci piace o non ci piace. Possiamo. Anzi, dobbiamo farlo. Per essere felici, per vivere la vita che davvero vogliamo. Dobbiamo scegliere. Eppure non lo facciamo quasi mai. Perché poi cosa pensano gli altri? E se sbaglio? E se poi sarebbe andata diversamente? E se lui mi lascia? E se mi licenziano. E cosi viviamo una vita non nostra. E’ la vita di coloro ai quali rivolgiamo i nostri “e se”.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: