tallinnpiazzaTorniamo a parlare di Estonia perché quando un Paese è civile lo è a più livelli. In questo caso la protagonista è la capitale Tallinn che ha trovato un modo intelligente per combattere l’inquinamento e spingere i cittadini a lasciare le macchine a casa. Dal primo gennaio i giorni feriali si viaggia gratis su bus e tram.

Edgar Savisaar, sindaco di Tallinn, l’ha pensata davvero giusta. Pensando alla salute degli oltre 400mila residenti della città estone ha varato un’iniziativa che andrebbe replicata in tutto il mondo. In realtà si tratta di una svolta ecologista che si lega al referendum sull’abolizione delle tariffe dei trasporti pubblici indetto lo scorso marzo. I cittadini, allora, hanno partecipato in gran numero votando favorevolmente.

L’iniziativa è positiva ma di certo non è stata semplice da attuare. Con questa misura, infatti, le casse del comune subiscono una perdita di circa 12milioni di euro. Credo che in Italia nessuno oggi si permetterebbe di farlo. E dire che 40 anni fa Bologna fu pioniera con offrendo bus e tram gratuiti ai propri cittadini.

Ma come funziona? Per poter utilizzare i mezzi gratuitamente i residenti di Tallinn devono richiedere una speciale carta verde via internet o presso un ufficio spostale. La tessera ha un costo simbolico di due euro.

Lo avevo detto che Tallinn mi piaceva. Dopo le leggi fatte dai cittadini i mezzi pubblici gratis sono un secondo esempio di grande civiltà e attenzione da parte dell’Estonia.