• assunta@assuntacorbo.com

Lasciati ispirare

Gli ultimi articoli del blog

La buona notizia è che amiamo le buone notizie

Uno dei giornali pionieri nel giornalismo costruttivo è il The Guardian. Noto per essere un giornale indipedente che vanta inchieste e articoli non condizionati da logiche commerciali o politiche, un anno e mezzo fa ha lanciato un progetto pilota: raccontare le buone notizie dal mondo. L’obiettivo era osservare i comportamenti dei lettori.

Paddy Jones, ballerina a 83 anni, e la sua idea di felicità

Qualche tempo fa ho letto di una infermiera americana che si è trovata spesso ad accompagnare le persone al termine del proprio viaggio terreno. Raccontava di come il momento in cui termina la nostra vita sia quello in cui ci poniamo delle domande esistenziali importanti. Ho vissuto e amato abbastanza? Ho avuto cura della mia […]

Give Back: restituire valore a beneficio della comunità

È nato tutto da una promessa fatta a se stessi: «tutto ciò che ci è stato donato lo doneremo a nostra volta». Marco e Alessandro Florio, due giovani imprenditori veronesi, hanno unito la determinazione al cuore, la certezza che la crisi fosse un’opportunità al desiderio di onorare il percorso fatto dal nonno. Idrowash, la loro […]

Sulla Gratitudine

La gratitudine è la tua opportunità per essere felice.

La gratitudine costruisce un ponte verso gli altri

Sin da quando iniziamo a parlare, una delle prime cose che la nostra famiglia ci insegna è dire “grazie”. Questa abitudine alle buone maniere è inconsapevole e spesso non è vissuta come uno strumento per allenare la propria felicità. Crescendo manteniamo il nostro grazie, lo alimentiamo e – a tratti – lo rendiamo più consapevole. Ma non basta. Recenti studi condotti tra gli altri da Sara Algoe, psicologa e docente dell’Università del North Carolina, mostrano come sia fondamentale aggiungere il Tu al nostro grazie.

Come la gratitudine modifica il nostro cervello. Un nuovo studio

La gratitudine ci fa stare bene. Questa affermazione ha trovato conferma in diversi studi scientifici effettuati negli ultimi 20 anni. Ma perché? Questa domanda è stata oggetto di nuovi studi effettuati da un gruppo di ricercatori dell’Indiana University guidati da Joel Wong e Joshua Brown. Il loro obiettivo, in questo nuovo studio, è stato quello di comprendere come la gratitudine modifica il nostro cervello.

Gratitudine e leadership: una potente combinazione

a gratitudine ci procura uno stato di benessere profondo e ci consente di vedere il bello della realtà senza perdere di vista il contatto con la stessa. Si può vivere in uno stato di gratitudine ogni attimo della propria vita scegliendo di inserire tra le proprie abitudini anche pratiche e strumenti concreti. In questo modo è possibile ancorare sentimenti positivi sia nel corpo che nella mente.